Come diventare un “perfetto cdm” in 5 semplici mosse

In EXPERIENCE by Roberta LatorreLeave a Comment

Lasciare la propria casa e intraprendere un nuovo percorso di studi in una città diversa dalla tua e magari distante qualche anno luce da quel comodo giaciglio in cui sei nato, sei cresciuto, sei stato nutrito e accudito con tanto affetto dalla tua famiglia, è sempre un momento spaventosamente traumatico. Se ad atterrirti è il solo pensiero di non poterti più svegliare di fronte al poster della tua band preferita, la stessa che amavi quando avevi dodici anni e gusti musicali discutibili, o se, cosa ancor più rilevante, credi di non poter sopravvivere dignitosamente in un mondo che non contempli la figura della tua magica mammina pronta a prepararti dei magici pranzetti fatti a misura per te, e sempre disposta a pulire, spazzare, spolverare, lucidare, lavare, stirare, o in ogni caso eliminare ogni minima traccia di sporco dalla tua vita, allora questi piccoli consigli fanno proprio al caso tuo.

Prima di ogni altra cosa, tieni presente che le preoccupazioni sono il male della vita: fanno venire le rughe, i capelli bianchi, l’insonnia, la calvizie, l’invecchiamento precoce e tutta una serie di malanni incurabili. Andare ad abitare insieme ad altre persone che non conosci, e che magari come te stanno vivendo la loro prima esperienza fuori casa, potrebbe rappresentare una minaccia per la tua serenità. Le incomprensioni, gli stili di vita differenti, persino le abitudini alimentari potrebbero far nascere scontri violenti e interminabili. Le statistiche parlano chiaro: il coinquilino perfetto non esiste, o meglio, il coinquilino perfetto sei tu. Vivere con gli altri sarà sempre e comunque una guerra, e in questo caso la cosa più importante è avere le armi giuste per combattere.

Un metodo sicuro ed efficace per tenersi alla larga da questo genere di inquietudini esiste ed è scientificamente provato: équipe di scienziati e ricercatori, dopo anni e anni di ricerche sul campo hanno dimostrato che la prima cosa da fare per evitare ogni preoccupazione è smettere di pensare alle preoccupazioni, letteralmente smettere di preoccuparsi. Fantastico, vero? Per avere la meglio in questo genere di occasioni non resta da fare altro che iniziare a ragionare come un perfetto cdm, ovvero un perfetto coinquilino di merda. Seguendo questi semplici consigli potrai finalmente prepararti ad affrontare anni di studio sereni e sbarazzini.

1. Le pulizie non devono diventare la tua priorità
Sappiamo bene quanto sia difficile mantenere dei ritmi di studio costanti, ma non dimenticare di prenderti del tempo solo per te. Il relax aumenta le tue prestazioni e lo sporco, diciamo la verità, non ha mai ucciso nessuno.

2. Scatena la tua creatività in cucina
L’alimentazione è molto importante, soprattutto per noi studenti che abbiamo bisogno di tanta energia per affrontare le nostre intense ore di studio, perciò divertiti ai fornelli: friggi tutto il friggibile, crea nuove ricette mischiando ingredienti improponibili e degni di un Cracco particolarmente ispirato. I fornelli saranno la tua tela e i condimenti i tuoi colori. Sarai sorpreso nel vedere con quanta facilità la tua cucina può trasformarsi in un quadro allegro e variopinto, ma attenzione: non dimenticare di lasciare lì la tua opera in bella mostra affinchè tutti gli abitanti della casa possano gioire nell’ammirare il tuo estro creativo.

3. Non rovinare le tue mani lavando i piatti
La pelle delle mani è molto delicata e l’uso prolungato dei detersivi potrebbe rovinarla irrimediabilmente. Molti ti suggeriranno di utilizzare dei guanti, il che potrebbe rivelarsi piuttosto fastidioso: i guanti si rompono facilmente, sono un danno per l’ambiente e indossarli non è mai una cosa piacevole. In ogni caso ti consigliamo di accumulare le tue stoviglie fino all’inverosimile per poterle lavare tutte insieme in modo più semplice ed economico, consumando una minore quantità di acqua: prendersi cura dell’ambiente è una scelta lodevole e se ai tuoi coinquilini questo non piace, di certo nessuno potrà impedire loro di lavare le stoviglie ogni volta che lo ritengono necessario.

4. Lascia le tue cose in giro per casa
È molto importante che l’ambiente in cui vivi abbia il tuo stesso odore. Ogni angolo della tua camera, o in generale della tua abitazione deve parlare di te, deve esprimere al meglio la tua personalità. I tuoi vestiti sporchi sono ideali a tal proposito: personalizzano l’ambiente rendendolo più colorato e diffondono il tuo personalissimo odore, il che ti permetterà di sentirti sempre a tuo agio tra le mura domestiche. Inoltre, se ti dovessi perdere nella tua nuova città o se malauguratamente qualche rapitore decidesse di portarti via con sé per chiedere un riscatto ai tuoi parenti, attraverso il tuo odore e le tracce di DNA sui tuoi vestiti sporchi, ritrovarti sarà facile come rubare delle caramelle ad un bambino.

5. Trascorri in bagno interminabili ore di relax
Nel bagno trascorriamo le ore più rilassanti della nostra giornata. Cosa c’è di meglio di un bagno caldo o di una doccia rigenerante dopo un’intera giornata di studio? Abbiamo già avuto modo di spiegare i motivi per cui la cura del proprio corpo è importante. Ebbene il bagno è il luogo perfetto in cui passare delle ore indimenticabili di relax. Se sei una donna ecco alcuni piccoli consigli per te: ricorda di avere sempre a portata di mano nella doccia una decina di rasoi usa e getta, uno per ogni parte del corpo da depilare, oppure riponi gli assorbenti usati in bella vista, sul lavandino o su qualsiasi superficie libera, tanto per ricordarti che effettivamente sono stati già usati ed evitare ogni spiacevole inconveniente.

Seguendo questi cinque consigli avrai compiuto soltanto il primo passo. La vita di uno studente universitario è una sfida continua e soltanto chi ha le armi giuste sopravvive. Ricorda che il tuo obiettivo principale è il benessere e la serenità: con queste semplici accortezze potrai migliorare leggermente la qualità della tua vita, peggiorando sensibilmente quella dei tuoi coinquilini.

Tristemente tratto da una storia vera.

About the Author
Loading...