Ecologia in Danimarca: l’uomo che vive in simbiosi col verde

Se a Milano gli italiani possono ammirare il complesso del “Bosco verticale” del centro direzionale in zona Gioia-Garibaldi, in Danimarca è stato progettato un intero quartiere ecologico, caratterizzato da un’architettura del tutto particolare: un vero polmone verde in cui l’uomo interagisce con la natura per condurre un migliore stile di vita.

Aarhus è la seconda città più popolata della Danimarca dopo Copenaghen, ma la è la più popolosa della parte continentale dello stato. Aarhus sorge nella parte orientale della penisola dello Jutland e conta più di 300 000 abitanti. Aarhus, inoltre, è stata candidata come capitale mondiale della cultura nel 2017 insieme a Pafo, sull’isola di Cipro.

Aarhus è stata scelta come città per uno spettacolare progetto di design realizzato dallo studio danese Schmidt Hammer Lassen che ha vinto il concorso per sviluppare questo complesso residenziale immerso nel verde: il Valdemars Have.

Al complesso appartengono 106 appartamenti di diverse dimensioni: si passa da bilocali ad attici con terrazze private. L’isolato scelto per la realizzazione di questo progetto si trova in leggera pendenza, nel cuore culturale della città, vicino alle principali attrazioni cittadine. Tale collocazione ha permesso di costruire palazzi di quattro piani accanto a quelli più alti di sei per far penetrare maggior illuminazione nei dintorni del giardino, evitando quindi ampie zone d’ombra. L’intero complesso si sviluppa perciò “in discesa”, come se fosse poste su immensi gradoni di una scalinata. Il progetto edile vuole richiamare la tradizionale colorazione delle vecchie case con i mattoni rossi: questo richiamo alla tradizionale architettura della città è stato reso grazie a gradazioni delle pareti e delle decorazioni, come finestre e balconi, che sfumano dal rosso mattone al nero.

L’intero isolato è circondato da spazi verdi: ci sono i giardini che separano i diversi edifici e gli edifici sono stati trasformati in veri boschetti verticali con tetti immersi nel verde, il tutto costeggiato da passeggiate!

Gli edifici danno proprio l’idea di “essere stati piantati” in questo idillico giardino residenziale: le facciate degli edifici, ricoperte di rampicanti, conferiscono al progetto dello studio di design della Danimarca un aspetto unico. Già in precedenza lo studio Schmidt Hammer Lassen si occupò della manutenzione di un ospedale svedese dove i tetti verdi erano una caratteristica comune a tutta la struttura. Inoltre, sono state inserite diverse varietà di piante per creare biodiversità del luogo così da garantire un microclima  nell’isolato per uno stile di vita sereno e all’insegna dell’ecologia.



Andrea Colore