“Con i miei occhi” è il nuovo album di Letizia Onorati

In uscita venerdì 25 giugno il nuovo album di Letizia Onorati, Con i miei occhi, prodotto da Dodici lune, distribuito in Italia e all’estero da Irde nei digital store da Believe. È il terzo disco per la cantante leccese, ambasciatrice del jazz italiano a tinte rosa, che torna a distanza di tre anni dallultimo progetto discografico con una raccolta di brani che consente al suo linguaggio musicale di parlare tutte le lingue dellanima. Special guest deccezione è il cantautore Fabio Concato, per cantare insieme a Letizia la sua bellissima Festa di mare.

Frutto anche di un presente che ha messo tutti alla prova, Con i miei occhisi è presentato da subito come una bussola, nella vita di Letizia:Per me una certezza è sempre stata la musica, da ascoltare, suonare, scrivere e soprattutto cantare, una pozione magica salvifica, congiunzione perfetta tra emotività e razionalità, resiliente, audace. Quasi come per un bisogno primario, ho deciso di partire dall’incertezza, da questo momento storico che mai nessuno avrebbe potuto immaginare per ripercorrere questo ponte, per rivivere la bellezza così com’è per me. Per rivivere e vivere tutto con i miei occhi.Due inediti e dieci cover contenute nellalbum che si delinea come diario di bordo di quel viaggio musicale fatto di mete che Letizia, con i suoi occhi e con la sua voce, ha saputo raccontare.

Produttore artistico del disco e autore degli arrangiamenti (piano e rhodes) è lo straordinario Paolo Di Sabatino, pianista, compositore e didatta di fama internazionale;hanno lavorato al progettoLuca Bulgarelli(contrabbasso e basso elettrico)e Glauco Di Sabatino (batteria); i saxofonisti Javier Girottoe Max Ionata: il primo,musicista italo argentino tra i più conosciuti nel panorama jazz del nostro Paese, che ha collaborato con Ralph Towner, Bob Mintzer, Randy Brecker, Paul Mc Candles, Paolo Fresu, Bob Moses, Danilo Rea, Michel Godard, tragli altri; il secondo, considerato uno dei maggiori sassofonisti italiani della scena jazz contemporanea che in pochi anni ha conquistato l’approvazione di critica e pubblico riscuotendo sempre grandi successi in Italia e all’estero;ad arricchire il progetto, il contributo del Neiman String Ensemble diretto da Tony Neimane guidato dal primo violino Giuseppe Giugliano.

Questa la tracklist completa: La musica che gira intornodi Ivano Fossati, Per un’ora d’amoredei Matia Bazar, Le tasche piene di sassidi Jovanotti, L’amore è un’altra cosadi Arisa, Un sensodi VascoRossi, Solo per tedei Negramaro, Nessunoe Tintarella dilunadi Mina, La voglia, la pazzia, contenuta nell’omonimo album di Ornella Vanoni, Viníciusde Moraese Toquinho,Festa di marefeat Fabio Concato, e le due composizioni di Paolo Di Sabatino, Diettro il vetro(scritta con Giacomo Giacomini) e Con i miei occhi,title track contesto di Letizia Onorati.

Tracce che raccontano un tempo che passa, quel tempo presentein una dimensione di esplorazione in equilibrio tra concretezza e speranza, alla ricerca di un punto fermo, alla ricerca del faro che ci possa guidare a perseguire la strada giusta sempre, soprattutto nella notte in attesa di vedere nuovamente l’alba del nuovo giorno.Viaggiare per il mondo non è rimasto senza ricadute nella musica di Letizia.

Tra le sue note si percepiscono le trame di un nuovo progetto che nasce sulla scia delle sensazioni vissute durante le sue avventure in giro per il mondo che sono sempre uniche e difficili da tradurre.Per descrivere il suo mondo e renderlo musicalmente coerente, la cantantesi è avvalsa dei testi di grandi artisti, come Fossati, Mina, Jovanotti, Vasco Rossi, solo per citarne alcuni.

Letizia Onorati è  una cantante e compositrice, classe 1992, nata nell’estremo Sud d’Italia, a Lecce, una piccola città pregna di storia e influenze culturali e artistiche in perenne evoluzione. E nonostante ora viva e lavori a Milano, resta legata a doppio nodo alla sua terra d’origine, luogo che continua a ispirarla e da cui sente richiami intensi ed entusiasmanti. La sua passione musicale inizia sin da piccola e all’età di otto anni comincia a studiare canto e musica. Negli anni ha avuto la possibilità di studiare con importanti esponenti del panorama jazz nazionale e internazionale. Alcuni nomi: Roberta Gambarini, Rachel Gould, Mark Sherman, Jerry Bergonzi, Francesco Petreni, Maria Laura Bigliazzi, Mauro Campobasso, Fabrizia Barresi, Bob Stoloff, che la sceglie per una borsa di studio, Elisabetta Guido e Paolo Di Sabatino, diventato suo pianista, arrangiatore e produttore artistico. Ha collaborato con Flavio Boltro, Javier Girotto, Max Ionata,Luca Bulgarelli, Mirko Signorile, Sachal Vasandani, Daniele Mencarelli, Bruno Marcozzi, Glauco Di Sabatino, Marco Siniscalco, Davide Cavuti, Barbara Errico, Sergio Corbini, Paolo Corsi, Franco Fabbrini e altri, esibendosi con loro in vari club e festival jazz. Da maggio 2015 ha avviato un percorso di perfezionamento con la “lady” del jazz Tiziana Ghiglioni. Nel 2016 esce il suo primo progetto discografico Black Shop, prodotto dall’etichetta Dodici lune, distribuzione IRD con Paolo Di Sabatino al pianoforte e Giovanna Famulari al violoncello. Nel 2017 partecipa all’International Jazz Day (Unesco) presso l’Istituto di cultura italiano a Bruxelles insieme a Paolo Di Sabatino e Giovanna Famulari.

Ha partecipato allo spettacolo Musica e Poesia (Sciuscià e altre storie), andato in scena al Teatro Delfino di Milano affiancando Michele Placido, celebre attore italiano, e Davide Cavuti. A partire da gennaio 2019 sono state numerose le esibizioni live nei principali jazz club italiani; alcune delle quali sono con il Paolo Di Sabatino Trio e Max Ionata allo Zurzolo Teatro Live di Napoli, all’Elegance Cafè Jazz Club di Roma, al Un Tubo Jazz Club di Siena, al Cavatappi di Calcinaia ed altre. Ha preso parte ai National Days in Moscow calcando il palcoscenico in occasione dei festeggiamenti del “2 giugno 2019” nella capitale russa. A Settembre 2019 si è svolto il Notes And Words Loving Japan” tour con la partecipazione in terra nipponica di Letizia e il trio d’ eccezione di Paolo di Sabatino, con Marco Siniscalco e Glauco Di Sabatino, all’ evento “Italia Amore Mio” ad Osakae l’esibizione presso il prestigioso club Keystone Jazz Club a Tokyo.

I progetti di Letizia Onorati con Paolo Di Sabatino si fondano proprio sull’idea della musica come linguaggio universale in un Viaggio nel mondo del jazz tra contaminazioni, tradizione e modernità, in un percorso tra vecchio e nuovo continente in cui la melodia incontra il ritmo.



redazione