Come scegliere la serratura della porta blindata

Doversi allontanare da casa, che sia per dovere o per piacere, non è mai semplice se non siamo sicuri a pieno che la nostra casa risulti protetta da eventuali ladri di appartamento.

Sistemi di allarme e tecnologia all’avanguardia a parte, sarebbe opportuno iniziare dal principio nel creare una fitta rete sicura e discreta intorno alla nostra abitazione.

Insomma, tutto parte dalla porta, che se blindata fornisce una maggiore efficacia e risulta più difficile da manomettere.

Al contempo, per avere il massimo ella protezione, la porta blindata deve montare una serratura ad hoc.

Come scegliere quest’ultima? Vediamolo insieme con la consulenza degli amici di FabbroAperturaPorte.it, fabbro a Milano, esperti del settore.

Il Cilindro europeo

Sui generis, una porta blindata è composta da due lastre (in acciaio) al cui interno ci sono le sbarre della serratura.

A seconda del sistema di ancoraggio del telaio e a seconda della fermezza del serramento è possibile creare una sicurezza più o meno elevata. È il classico modello di porta, forse quello più usato e quello più venduto in commercio, perché accessibile dal punto di vista economico e anche sul piano della sicurezza.

Di solito quindi, sulle porte ad uso abitativo si preferisce una serratura denominata cilindro europeo. Si tratta di un valido sostituto della doppia mappa (tipica negli anni scorsi).

La sua particolarità è che per essere aperta necessita di chiavi dalla complessa mappatura, che al loro interno montano anche uno speciale codice. I cilindri europei sono a prova di scassinatura, ammesso però che siano modelli più recenti, in quanto quelli antiquati, riescono ad essere manomessi facilmente da ladri esperti.

Alcuni di questi modelli, più all’avanguardia, possono essere adattati anche alle moderne tecnologie, tant’è che su alcuni cilindri si monta la tecnologia digitale per rendere l’apertura e la chiusura moltosicure.

Il cosiddetto defender

Il cilindro europeo ha subito delle modifiche nel corso del tempo, fino alla nascita del nuovo modello a "serratura antistrappo" o "antishock". Stiamo parlando di un tipo di dispositivo difficilissimo da scassinare data la presenza di una lastra di metallo posta sulla serratura. Questo vuol dire che i ladri non riescono a violare nessuna componente, lasciando la nostra porta indenne.

La caratteristica principale di questo modello è proprio la placca metallica che resta davanti la toppa e che si abbassa esclusivamente se in possesso del suo magnete (dato in dotazione esclusivamente a chi vive nella casa).

La serratura elettronica

Da qualche anno a questa parte i modelli di serrature più in voga sono diventati quelli detti remote lockey. Si tratta di un lucchetto che va bene su ogni tipo di porta, quindi è perfetto anche per la blindata.

La sua apertura è telecomandata, e dipende sa un codice unico e non si può duplicare.

Tuttavia la vera rivoluzione è stata la serratura elettronica (tipo quella degli alberghi per intenderci) che si apre solo se in possesso di una tessera o di un codice digitabile su tesserino. Pur essendo raramente usata per le abitazioni, in vero è molto pratica per uffici e laboratori, anche perché si collega ad un allarme in caso di accesso non autorizzato.

Le serrature smart home

La più bassa possibilità di intrusione avviene tuttavia in presenza di serrature smart home. Sono quelle che si aprono utilizzando le impronte digitali, o lo smartphone, pertanto il loro livello di sicurezza è talmente alto da sentirsi altamente al sicuro da possibili intrusioni.

Tra i modelli più in voga troviamo:

  • serratura con blocco anti effrazione. La serratura a trappola di bloccaggio ha un congegno molto pratico che ha la capacità di mettere in atto un ostacolo permanentemente sulla serratura proprio quando si estrae il cilindro. Proprio per questo un potenziale ladro non potrebbe mai riuscire ad aprire la porta. In tal senso comunque si consiglia di optare per un modello reversibile ossia quello in grado di normalizzarsi dopo un tentativo di scasso nel momento in cui nella toppa si infila la chiave giusta. In commercio questo modello è quello consideratotra i più sicuri oltre ad essere molto pratico perché si sostituisce facilmente ai modelli classici.

  • serratura digitale con tecnologia Sclak. È un modello avanti anni luce in quanto la sua apertura è fattibile solo se si è in possesso dello smartphone. Grazie a un clic effettuato nella app si entra a casa e non necessita nemmeno la connessione ad internet. Metodo facile e veloce, altamente tecnologico.

Come ottenere il massimo della garanzia da una serratura

Appare quindi evidente che per ottenere il massimo della garanzia da una serratura, bisogna scegliere tra quei modelli in cui è più complicato effettuare una qualunque tecnica di manomissione.

Il mercato per fortuna offre una vasta gamma di alternative, in grado di fare fronte ad ogni tipo di esigenza, sia di tasca che di sicurezza.

È di fondamentale importanza comunque far sì che la serratura venga montata da ferramentisti esperti, che sappiano installarla a regola d’arte e che dunque diano maggiore sicurezza all’abitazione.