Casi di cannibalismo – Il lato oscuro del Brasile

In #CulturalMente by redazioneLeave a Comment

Di Francine Arioza per Social Up!

Nel 2012 un caso di cannibalismo in Brasile ha scioccato tutta la popolazione brasiliana e ha avuto ripercussione in tutto il mondo. Il trio Jorge Negromonte, Jessica Camila e Isabel erano membri di una setta chiamata “Cartel” che combatteva contro la procreazione, per questo uccidevano le donne perché secondo loro avevano” l’utero maledetto” per aver  procreato più di un figlio. Oltre ad uccidere mangiano i resti delle vittime come rituale di purificazione e facevano dei ripieni per le “empanadas” che in seguito erano venduti in tutta la città, addirittura apprezzate dalla popolazione.

In galera Jessica Camila è stata allontanata dalle altre carcerate e non mangiava perché diceva “ Io mi nutro solamente di carne umana”

Il trio ha ammesso di mangiare 2 kili di carne umana al giorno.

Un altro caso di cannibalismo brasiliano è conosciuto come “O crime da rua arvoredo” avvenuto nel 1864 nella citta di Porto Alegre. Le vittime venivano attratte a casa con l’aiuto della bellissima moglie dell’assassino poi venivano torturate, uccise e trasformate in salsicce che in seguito erano vendute nella macelleria dell’omicida.

La sua macelleria era molto conosciuta in città e le salsicce molto apprezzate.

Se volete altre storie inquietante e approfondimenti su questi due casi leggete “Il Lato oscuro del Brasile” potrete acquistare il libro ai seguenti link:

http://www.edizioniepsil.it/catalogo_prodotti/fran cine_arioza.html

http://www.diariodaregiao.com.br/cultura/pordentro-dos-serial-killers-brasileiros-1.401466

http://www.ibs.it/code/9788898882694/ariozafrancine/lato-oscuro-del.html

http://www.lafeltrinelli.it/libri/ariozafrancine/lato-oscuro-brasile-serialkiller/9788898882694

Loading...