Capolavori d’ingegneria: il Gateshead Millennium Bridge

In #Focus, MONDO, TECH by Giuseppe ForteLeave a Comment

Inaugurato ufficialmente nel 2001, il Gateshead Millennium Bridge è il primo ed unico esemplare al mondo di ponte basculante e permette il collegamento tra la sponda di Newcastle upon Tyne e quella di Gateshead, nel nord dell’Inghilterra. La struttura, ideata Wilkinson & Eyre Architects in collaborazione con Gifford & Partners, si estende complessivamente per 126 metri lungo il fiume Tyne ed è riservata esclusivamente ai pedoni e alle biciclette. Il costo complessivo per la costruzione del ponte si è aggirato intorno ai 22 milioni di sterline ed è stato in parte finanziato dalla Millennium Commission e dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale.

L’idea per la stesura del progetto è nata all’inizio del nuovo millennio con l’intento di consentire l’attraversamento del fiume a pedoni e ciclisti senza intralciare il transito delle navi. La soluzione è ricaduta sulla realizzazione di un ponte meccanico che all’occorrenza sia in grado di innalzarsi, garantendo uno spazio sottostante. Il risultato è stato un complesso di studi ingegneristici estremamente funzionali; l’opera è stata inoltre dedicata alla Regina del Regno Unito Elisabetta II in una cerimonia ufficiale il 7 maggio del 2002.

Il ponte inclinato, visto dalla sponda di Gateshead [wikipedia.org]

Per la messa in opera del Gateshead Millennium Bridge, gli addetti ai lavori hanno fatto affidamento sulla Asian Hercules II, una delle gru galleggianti più grandi del mondo che ha consentito di ultimare le operazioni di posizionamento il 20 novembre del 2000. Le principali particolarità di questo capolavoro d’ingegneria risiedono sia nella forma che nel funzionamento. Il ponte è costituito da due archi parabolici in acciaio uniti rigidamente che convergono su una struttura cilindrica trasversale: un arco è destinato al passaggio pedonale e alla pista ciclabile per l’attraversamento (largo 8 metri), l’altro funge da sostegno e si assottiglia nella parte centrale fornendo il supporto al percorso attraverso dei cavi in acciaio lunghi 6 metri. L’intera struttura è caratterizzata da un peso di oltre 800 tonnellate.

Sei pistoni idraulici – tre per ogni lato del ponte – sono caratterizzati da un diametro di 45 cm e ciascuno di essi viene alimentato da un motore elettrico da 55 kW che permette la rotazione della struttura attraverso l’ausilio di due enormi cuscinetti sferici dal peso di ben 14 tonnellate. Il moto rotatorio è difatti la vera peculiarità del Gateshead Millennium Bridge. Basandosi sul principio di un ponte ribaltabile, la struttura effettua una rotazione fino a 40° creando uno spazio libero sottostante di 25 metri, necessario per consentire il passaggio delle imbarcazioni. Per compiere questa operazione, ovvero per passare da chiuso ad aperto e viceversa, il ponte impiega circa 4 minuti e mezzo a seconda anche della velocità del vento. Per la sua forma caratteristica e soprattutto questo principio di funzionamento che ricorda quello di un occhio che apre e chiude le palpebre, il ponte è stato anche ribattezzato con l’appellativo di “Blinking Eye Bridge”.

Dietro i blocchi di ancoraggio posizionati su ciascuna estremità, è presente una sala macchine che garantisce una potenza idraulica indipendente, atta ad azionare il meccanismo. Una paletta di acciaio è connessa al banco di pistoni idraulici che spingono verso la paletta stessa per ruotare la struttura e metterla in funzione; è stata inoltre dimensionata una sala interna separata ed adibita ad ospitare i quadri elettrici. Durante le fasi di sviluppo e dimensionamento sono stati eseguiti anche degli studi aerodinamici, così come il coordinamento dei componenti idraulici, meccanici ed elettrici.

Un’imbarcazione si appresta a passare sotto il ponte [wikipedia.org]

L’opera funziona con un’elevata affidabilità e garantisce un costante e regolare traffico fluviale. Viene periodicamente messa in funzione per i turisti e per i grandi eventi e manifestazioni come la Northumbrian Water University Boat Race, una gara di canottaggio che si svolge sul fiume Tyne tra i club nautici delle Università di Durham e di Newcastle, o la Cutty Sark Tall Ship, competizione riservata alle imbarcazioni a vela. Il ponte viene aperto anche per consentire l’accesso alla HMS Calliope, il centro di formazione della Royal Navy in cui è collocata la motovedetta HMS Example.

Una vista in notturna del ponte [dezeen.com]

La realizzazione del Gateshead Millennium Bridge è stata insignita di diversi premi e riconoscimenti. Nel 2002 ha vinto il James Stirling Prize dal Royal Institute of British Architects e l’anno successivo il Supreme Award direttamente dall’Institution of Structural Engineers, un risultato di grande prestigio nel campo dell’ingegneria strutturale. Attraverso le sue geometrie, tanto semplici quanto innovative, il ponte si è dimostrato un vero e proprio catalizzatore per la rigenerazione della zona, divenendo un’icona rappresentativa di tutto il Regno Unito.