“Book lover”: leggere è diventato social anche per le star

I libri, si sa,  sono gli unici oggetti inanimati capaci di contenere sogni. Bastano poche righe e il lettore si immedesima, pensa, riflette. Conosce quel principe tanto desiderato, l’amica che tutti vorrebbero. Con esso ride, e se merita, piange pure.

Non molto tempo fa vi avevo parlato dei Silent Book Club, un modo attuale e alternativo di condividere la lettura. Nonostante ci sia chi afferma il contrario, oggi lo sviluppo della tecnologia e dei social media non è nocivo allo stesso fine.

Basta fare un giro su instagram per averne conferma. Se digitiamo #currentlyreading o #cosastoleggendo in italiano vediamo scorrere migliaia di composizioni accuratamente orchestrate per lo scatto, copertine tra le lenzuola, accanto ad un cappuccino, tra i fiori o su un tavolino con le candele.

Queste “read aloug”, per utilizzare un termine tecnico, non differiscono poi tanto dai vecchi club. Qui però le persone si riuniscono solo virtualmente.

Vi state chiedendo come funziona?

Tutto parte dalla scelta di un hashtag. Può essere una parola chiave, il titolo del libro o il nome dell’autore. Questo è il punto di partenza per trovare partecipanti e ricevere adesioni. Si legge poi lo stesso libro nello stesso tempo e poi se ne condividono opinioni.

Persino le celebrità ne sono affascinate. Sempre più spesso infatti utilizzano i propri profili per diffondere questo piacere e non solo per mostrare la propria ricchezza, il proprio carisma e quindi per farsi pubblicità.

Emma Watson,  Reese Witherspoon  e Emma Roberts sono solo alcune delle fondatrici di gruppi di lettura. Rispettivamente si tratta di @oursharedhelf@reesebookclub, e . Attraverso pagine instagram propongono periodicamente un titolo e ogni volta, sarà per la loro fama, a partecipare sono milioni di giovani.

Così è nata una vera comunità che arricchisce chi è già lettore e sprona chi legge poco o non legge affatto.

Un’abitudine questa che si sta diffondendo anche in Italia.

Basta guardare i profili di Luciana Litizzetto che con la sua schiettezza convincerebbe chiunque, o di Ilaria Macchia, compagna di Giuliano Sangiorgi per essere coinvolti e incuriositi.

È un’occasione per condividere bellezza, di andare controcorrente, visto che è in costante crescita il numero di utenti che sostengono la potenza dei social. Il potere della condivisione e della sua capacità di rendere virali certi contenuti si può applicare anche alla lettura.

I social possono essere promotori di cultura e rendere pubblici i nostri parere su un libro può creare una magia potentissima.



Rachele Pezzella