Da www.eurosport.it

Berrettini contro Djokovic: a Wimbledon la finale è tra numeri 1

Per lo sport italiano, il 2021 si sta dimostrando l’anno probabilmente più bello di sempre. Dopo la fantastica impresa dell’Italbasket e dopo la straordinaria cavalcata della Nazionale agli Europei di calcio, ora è il turno di Matteo Berrettini. Il tennista romano, al nono posto nella classifica ATP e tennista numero 1 in Italia, è in finale a Wimbledon, e ha scritto una pagina indimenticabile di storia dello sport italiano.

Era dal 1960, con il grande Nicola Pietrangeli, che un italiano non raggiungeva le semifinali di Wimbledon; mai nessuno, invece, era riuscito ad arrivare addirittura all’ultimo atto. Berrettini, dopo aver superato il polacco Hurcakz per 6-3, 6-0, 6-7, 6-4, si contenderà il trofeo con il più forte di tutti, quel Novak Djokovic numero 1 al mondo e che sembra imbattibile.

La semifinale, dicevamo, ha messo davanti il nostro tennista più forte contro un avversario durissimo come Hubert Hurcakz. Il polacco, dopo aver battuto Roger Federer in maniera fantastica per 3 set a 0 (addirittura concludendo il terzo set per 6-0), si è trovato davanti un Berrettini in stato di grazia.

La partita non è mai stata messa in discussione, e quel terzo set vinto da Hurcakz non cancella la magistrale prestazione di Matteo. Numerosi ace, pochissimi errori non forzati, precisione nei colpi e tanta concentrazione hanno permesso al classe ‘96 di raggiungere la sua prima finale in uno Slam.

Da www.m.calciomercato.com

Il 2021 per Berrettini si conferma un anno straordinario: non dimentichiamo che poche settimane fa ha trionfato al Queen’s, diventando il primo italiano a riuscirsi. L’accoppiata Queen’s – Wimbledon nella stessa stagione prima d’ora è riuscita solamente a Boris Becker. Chissà che quest’anno Berrettini possa eguagliare questo record.

Di fronte, però, si troverà davanti Novak Djokovic, uno dei più forti di sempre, se non il migliore. Novak è reduce da un Roland Garros dove ha stravinto contro Nadal prima e Tsitsipas poi, conquistando il 19esimo Slam della sua carriera. Con un’eventuale vittoria a Wimbledon salirebbe a quota 20 Slam, raggiungendo proprio Nadal e Federer. Il cammino di Djokovic in questo torneo non è stato dei più difficili, è vero, ma ciò non toglie che il serbo ha comunque stra-meritato questa finale, proprio come Matteo.

La partita è in programma domenica 11 luglio e metterà uno contro l’altro i due tennisti più in forma del 2021. Ovviamente l’appuntamento è imperdibile per tutti gli amanti dello sport, che nessuno manchi. E poco più in là, a Wembley, sempre domenica c’è un altro trofeo che ci aspetta.. Domenica il cielo sopra Londra potrebbe colorarsi di azzurro. L’Italia è pronta per riscrivere la storia dello sport.



Marco Nuzzo