Assicurazioni moto, nel 2017 aumentate le immatricolazioni

redazione

In TECH / redazione / Comments

Gli Italiani, un popolo di centauri. Secondo uno studio condotto dall’Ipsos e dal Boston Consulting Group, i nostri connazionali sono il popolo europeo che utilizza maggiormente i veicoli a due ruote, moto e scooter, forse per sfuggire al traffico delle metropoli, forse per comodità o per il piacere di guida, gli italiani continuano a guidare e acquistare moto.

Nello scorso novembre, infatti, si è registrato un notevole +4,2% di immatricolazioni di moto rispetto al novembre 2016, contando oltre 8000 unità vendute.
La fanno da padrone gli scooter, con quasi 5300 unità vendute; ma anche le moto si difendono bene, con oltre 3100 unità vendute.

Le moto e gli scooter continuano dunque ad appassionare gli Italiani e questa passione non può che influire anche sulle polizze assicurative.

Le polizze per l’acquisto di un veicolo nuovo sono passate da 9,8% del secondo semestre 2016 al 10,3% del secondo semestre 2017.

Per le assicurazioni dunque si tratta di un trend in ascesa: ma a livello di costi di che cifre parliamo?

Polizze per moto e scooter: a quanto ammonta la spesa

Secondo alcuni dati forniti da professionisti del settore, la spesa media nel secondo semestre 2017 è più alta di circa il 7% rispetto al periodo al primo semestre del 2017.

Come spesso succede (e così come accade per le auto), la spesa varia a seconda delle diverse regioni: e la forbice è spesso davvero ampia.

Fortunatamente, la legge Bersani, che prevede di permette di ereditare la classe di merito (o di ereditarla un altro membro del nucleo familiare), è valida anche per i motocicli. Attenzione, però, la legge vale solo per la stessa tipologia di veicoli: di conseguenza, non si può ereditare una classe di merito da un’assicurazione auto e applicarla a una polizza per motocicli.

Non è escluso che la crescita dei costi delle polizze per le moto, nel secondo semestre 2017, sia dovuta anche a una maggiore diffusione delle assicurazioni contro i furti e gli incendi.

Così come succede con le assicurazioni per le automobili, è possibile risparmiare anche sulle polizze per la moto: sebbene le spese siano leggermente inferiori rispetto alle polizze auto, parliamo sempre di cifre non da poco.

 

Come risparmiare, dunque? L’ideale è valutare con attenzione i costi per l’assicurazione attraverso un preventivatore.

Per esempio, UnipolSai propone sul proprio sito la possibilità di avere un preventivo assicurazione moto tramite un comodo preventivatore in grado di supportare l’utente per la scelta del premio.

Inseriti pochi dati, (data di nascita e e-mail), è possibile calcolare velocemente il preventivo.

In tal modo, è possibile conoscere la spesa per la polizza assicurativa della moto senza alcuna sorpresa al momento del pagamento.

Oltretutto, la compagnia ha studiato una polizza apposita per i possessori di motocicli, che prevede protezioni per casco, borse e bauletto, assistenza 24 ore su 24 e altri servizi.

Dunque, tutti gli appassionati di moto, prima di stipulare una polizza assicurativa, dovrebbero preventivamente verificare quale compagnia di assicurazione propone l’offerta più vantaggiosa.