Annullano il viaggio a Disneyland a causa del Coronavirus ma ricreano tutti i film Disney a casa

A causa di questo periodo di forzato lockdown, una coppia, possiamo dire ossessionata dalla Disney, ha dovuto annullare il loro viaggio a Disneyland.
Tuttavia Joey, 28 anni, e Abbi, 27, non avevano alcuna intenzione di annullare del tutto il loro tanto atteso viaggio e hanno deciso di portare il loro amato Disneyland direttamente in casa. Come hanno fatto? Semplice, trasformandosi, ogni giorno, in diversi personaggi Disney e degli Universal Studios.
Prendendo abiti esclusivamente dai loro armadi, Joey e Abbi non avevano di certo bisogno di una Fata Madrina per ricreare alcuni dei momenti più iconici della storia del cinema.
Il loro viaggio “casalingo” all’insegna di Disneyland è partito il 22 marzo e da quel giorno hanno postato 30 foto con costumi improvvisati, condividendo i loro sforzi impressionanti con i fan sul loro account Instagram di TyersTravels.
Star Wars, Frozen e Harry Potter ma anche Mary Poppins e Monsters Inc. insomma nulla li ha fermati e i loro costumi casalinghi li hanno supportati in ogni nuova realizzazione, in ogni nuovo film scelto.
La coppia ammette che all’inizio il progetto doveva durare solo alcuni giorni poiché avevano paura di esaurire le idee ma questo non è successo, riuscendo sempre a fare qualcosa di nuovo.
Inizialmente il tutto dove svolgersi con cose molto semplici come jeans, maglietta, giacca ma poi si è in qualche modo evoluto in delle rappresentazioni veramente molto originali, come lo scatto di ET.
La coppia ha veramente un legame molto speciale con la Disney e visita Disneyland Paris e Disney World in Florida ogni anno, dopo aver scelto questi parchi anche come meta della loro luna di miele.
Ma quest’anno si sono dovuti appunto “accontentare” di un viaggio Disney in casa, dove per i costumi hanno dichiarato di aver reciclato tantissime cose, ad esempio: “Quando Abbi si travestì da Pocahontas, io usavo la parte inferiore del vestito che avevo indossato per fare Ercole – racconta Joey – Oppure quando eravamo vestiti come Kylo e Rey di Star Wars, stavo indossando circa cinque strati per creare quel particolare effetto. Ci siamo anche scambiati tanti vestiti e ho indossato parecchi vestiti da donna”.
Sempre secondo Joey: “Scattare queste foto quotidiane ci ha aiutato tantissimo a tenerci occupati durante la quarantena, quando ero al lavoro mia moglie mi scriveva le idee e appena tornavo a casa le mettevamo in atto creando i costumi”.
La coppia mostra come vuole andare controcorrente, non cerca lo scatto perfetto ma vuole rendere il tutto il più reale possibile e vuole trovare modi per riuscire ad ampliare le proprie idee, che possiamo definire già molto originali.



Rebecca Broomfield