Amici 21, aspettando la finale del 15 maggio: chi vincerà?

Lo scorso sabato 7 maggio è andata in onda la semifinale di Amici 21, il talent di Maria De Filippi che da più di vent’anni ormai appassiona milioni di telespettatori. Nel tempo la scuola di Amici è riuscita a sfornare e formare talenti che hanno raggiunto un successo straordinario nel campo del canto, del ballo e persino della recitazione e conduzione televisiva. Rappresentando così un vero e proprio trampolino di lancio per chiunque vi partecipi.

Ed è soprattutto per questo che molti ragazzi decidono di impegnarsi al massimo per riuscire a conquistare un banco, in primo luogo, la maglia del serale, poi, e la possibilità di accedere alla tanto ambita finale.

La finale di Amici 21 andrà in onda – in diretta – in prima serata su Canale 5 domenica 15 maggio.

La produzione ha deciso di spostare di un giorno la data stabilita per la finalissima, affinché non coincidesse con l’Eurovision Song Contest che quest’anno si terrà a Torino.

Inoltre, come da tradizione ormai la finale, a differenza delle altre puntate, sarà in diretta. Ciò permetterà ai concorrenti di essere votati anche dal pubblico a casa e non solo dai tre giurati d’eccezione di queste settimane: Stefano De Martino, Stash, Emanuele Filiberto. Per quest’ultima puntata, allora, non ci saranno spoiler anticipati, dunque ci resta solo da suppore chi potrebbe vincere Amici tra i sei finalisti rimasti.

Per la categoria canto di Amici: Sissi, Luigi, Alex, Albe.

Quattro ragazzi, quattro personalità, quattro stili di canto diversi. La gara sarà davvero tutta da vedere.

La prima a conquistare la maglia della finale è stata Sissi, la vera e propria “Singing queen” – per citare Stash – di quest’edizione. La sua è una voce che riesce a raggiungere dei livelli di intonazione che fanno davvero rabbrividire. La precisione degli acuti, poi, è il suo cavallo di battaglia. Sembra quasi impossibile riuscire a staccare gli occhi di dosso da Sissi che come una principessa si presenta sul palco, e come una vera regina lo fa suo. È stata, durante le scorse puntate, una delle allieve preferite dai giudici, ma l’ultima parola spetta al pubblico e risulta davvero difficile dare per scontato la sua vittoria.

D’altro canto, si sa, Amici da alcuni anni non punta più solo a presentare talenti dotati di voci pazzesche, ma investe anche molto nel proporre personalità contrapposte, innovative che possano rispecchiare i variegati interessi della nuova generazione, principale target di riferimento del programma.

Ma se c’è una cosa che non passerà mai di moda, quello è il fascino per il rock’n roll. D’altro canto lo dissero anche i Måneskin sul palco dell’Eurovision a Rotterdam: “Rock ‘n’ roll never dies!”

Quindi anche l’anima rockettara di Amici 21 racchiusa in Luigi non è di certo passata inosservata ai giudici e al pubblico.

Luigi si è cimentato durante il serale davvero in tutti gli stili, e in ciascuno di questi ha proposto la sua personale interpretazione dimostrandosi un artista completo. In finale, però, ci è arrivato sulle note non di una chitarra elettrica, ma di un dolcissimo pianoforte. Le sue doti da polistrumentista e il fascino dei suoi look sempre sul pezzo potrebbero essere la sua carta vincente per la vittoria di Amici 2022.
Di tutt’altro colore, invece, la voce di Alex caratterizzata da un’estensione vocale davvero sorprendente e da uno stile che è tutto sentimento. Alex è stato spesso criticato per via del suo carattere chiuso ed introverso che si sposava poco con la sue capacità canore. Nelle ultime settimane del serale, però, ha dato prova di sapere come conquistare il palco e fare, al contempo, emozionare il pubblico. Sui social, sono in tanti a supportarlo ed è per questo che la porta di un’ipotetica vittoria rimane aperta anche per lui.

Infine, Albe, l’ultimo dei cantanti che è riuscito a conquistare la maglietta della finale – a pari merito con la ballerina Serena, diventata sua fidanzata nel corso del programma.

Il percorso di Albe è stato contrassegnato da diversi alti e bassi, Amici per lui è stato come salire sulle montagne russe e riuscire a percepire ora gioia e adrenalina e dopo pochi minuti paura e voglia di scendere. Il primo ostacolo che ha dovuto affrontare è stata la somiglianza con Sangiovanni, secondo classificato della scorsa edizione di Amici, che gli rendeva difficile imporre la sua reale personalità. Secondariamente il confronto con se stesso, con la paura di far vedere chi è davvero Albe. In fin dei conti, però, ce l’ha fatta ed è stato capace di indossare la felpa dorata portando in scena la genuinità di un ragazzo che non ha paura di esibirsi sul palco con una canzone che parla delle lasagne di nonna.

Per la categoria ballo: Michele e Serena.

Michele, il protetto della Celentano, è un ballerino di danza classica che è entrato nella scuola di Amici giusto un pelo prima dell’inizio del serale. Proprio sul palco di quest’ultimo si è fatto conoscere e ha dato prova di essere un vero primo ballerino che anche nelle condizioni più difficili riesce a portare a casa il pezzo con professionalità ed eleganza.

La sua bravura è innegabile e vederlo in finale, o chissà vincitore della sua categoria e persino di Amici 21, potrebbe rappresentare per molti una svolta, che vede un danzatore di danza classica finalmente rialzare la coppa di Amici.

Serena è invece una ballerina di modern e il suo percorso rappresenta davvero l’emblema e il senso dell’esistenza della scuola di Amici.

Sin dal suo ingresso – fortemente voluto dai Raimondo Todaro – si è messa alla prova con se stessa rispondendo danzando a tutte le critiche che le venivano rivolte sul suo fisico. Serena di fatto è stato un valore aggiunto di questa edizione mostrando come un fisico perfetto non sia sinonimo di essere una brava ballerina, ma che il duro lavoro e la determinazione possano fare la differenza per raggiungere degli obiettivi straordinari.

Il punto di forza di Serena è sicuramente l’interpretazione, perché cattura lo sguardo di chi la osserva danzare e con leggerezza lo trascina nel suo mondo. Conserva ancora gli occhi di quella bambina di quattro anni che ha cominciato a ballare e sapeva che non avrebbe più smesso, costi quel che costi.

Ciascuno di questi ragazzi ha, quindi, un motivo per essere arrivato in finale e potersi aggiudicare eventualmente la vittoria. Il responso finale sarà solo una questione di gusti e dopo la finale tutti, in un modo o nell’altro, spiccheranno il volo.



Giulia Grasso