Credits: medium.it

Alteredu: la piattaforma di formazione che guarda al futuro

Ci siamo buttati alle spalle il 2020, ma solo in termini temporali purtroppo. I disastri avvenuti in questo anno sfortunato, infatti, continuano a far sentire i propri effetti, lasciando macerie in ogni dove, in ogni ambito della nostra vita.

Dopo la salute, infatti, il “settore” della nostra quotidianità più colpito è stato senza dubbio quello del lavoro, a tutti livelli, da chi era già dentro il mercato fino a chi era pronto per entrare dalla porta d’ingresso principale.

Le imprese hanno provate ad adeguarsi alle nuove esigenze dei lavoratori in primis, ma soprattutto delle nuove risorse, difficili da intercettare con i metodi tradizionali ormai.

Lavoro e lockdown: parola d’ordine formazione

Dal lato della domanda di lavoro, vista la necessità di riadattare la propria organizzazione all’improvviso in modalità totalmente online, molte imprese hanno deciso di investire pesantemente sulla formazione interna del proprio personale, provando a tenerlo pronto in previsione a mesi/anni di smartworking e telelavoro.

Dal lato dell’offerta, invece, gli aspiranti lavoratori sono andati in crisi, non avendo a disposizione non solo la stessa quantità di offerte di lavoro pre-pandemia, ma perdendo tutte le occasioni d’informazione per scoprire le competenze più richieste dalle imprese.

Sul piano delle offerte di lavoro un grande aiuto è arrivato da social come Linkedln, che hanno registrato un aumento del traffico, ma anche da istituzioni come Università e Almalaurea che hanno deciso di spostare in modalità online i classici career day. Questi sono stati gli interventi per favorire l’incontro tra domanda-offerta, ma alle informazioni sulla formazione chi ha pensato? La risposta è Alteredu.

Alteredu: formazione in costante aggiornamento

Alteredu è una piattaforma capace di essere di supporto a chi era alla ricerca di un’occupazione, guidando l’utente nella scelta di corsi di formazione presenti nel proprio catalogo, corsi pensati ad hoc in vista delle occupazioni nate durante l’emergenza sanitaria.

Nei mesi tra giugno e ottobre, i corsi Alteredu hanno aiutato molte persone a prepararsi per rientrare nel mercato del lavoro, fornendo loro un supporto adeguato in vista delle mansioni “del momento”. Nel periodo appena citato, infatti, i corsi Alteredu più venduti sono stati:

  • Corsi per lavoratori rischio biologico Covid-19, poiché per le aziende a rischio biologico è obbligatoria la sorveglianza sanitaria, che comprende l’effettuazione di monitoraggi biologici periodici;
  • Corsi di formazione per addetti e responsabili Covid-19;
  • Corsi per addetti operazioni di pulizia e sanificazione aziendale rischio Covid-19, in previsione della riapertura delle aziende a dei luoghi di lavoro in generale;
  • Corsi per referenti Covid-19 nelle scuole ovvero addetti formati in grado di rispondere prontamente a casi sospetti/probabili e confermati di COVID-19 nonché di attuare strategie di prevenzione previste nei protocolli.

Alteredu: sinonimo di sicurezza sul lavoro

Tramite i corsi online per la sicurezza sul lavoro, Alteredu permette agli utenti di ottenere le giuste certificazioni e i necessari attestati per soddisfare i requisiti di tutte le normative di legge in vigore in tema sicurezza, così da avere una valida formazione su uno dei temi più importanti per la propria salute ed evitare di incorrere in pesanti sanzioni.

Per frequentare i corsi proposti da Alteredu non è necessario rinunciare a impegni già presi o richiedere permessi lavorativi, poiché Alteredu è possibile in qualunque momento e da qualunque piattaforma. Terminati i corsi, infine, è possibile sostenere un esame finale, ovviamente online. Insomma, un servizio pensato a misura di lavoratore del 2020!

La maggior parte degli utenti Alteredu, inoltre, sono compresi nelle fasce 25-34 anni (ca 27,73%) e 35-44 anni (ca 27,67%), un chiaro segnale della voglia di reagire delle categorie più fragili del mondo del lavoro.

L’obiettivo di Alteredu è quello di fornire a sempre più persone le competenze necessarie per abbattere le barriere apparentemente invalicabili erette dalla digitalizzazione e dai cambiamenti repentini del mondo del lavoro.

L’idea è tanto nobile quanto innovativa, poiché permette di diminuire ancor di più le asimmetrie informative presenti nel mercato del lavoro, evitando di arrivare impreparati a qualsiasi colloquio. Un beneficio a carico non solo dei potenziali lavoratori, ma anche delle imprese, che hanno così l’opportunità di focalizzarsi sempre più sulla formazione professionale.



Paride Rossi