Achille, il gatto che prevede i risultati delle partite dei mondiali

redazione

In SPORT / redazione / Comments

Tra le stranezze del giorno trovate sul web ecco arrivare Achille: il gatto che prevede i risultati delle partite dei mondiali 2018. Di origine russa il gatto vive nel museo Hermitage di San Pietroburgo, e voci dicono che si stia preparando per prevedere i risultati delle partite seguendo le squadre che stanno partecipando ai mondiali. Ma come e quando ha ricevuto questi poteri mistici? La veterinaria Anna Kondratyeva che cura tutti i gatti presenti nel museo ha svelato che Achille è sordo e quindi molto più sensibile.

Nel 2017 il felino aveva azzeccato i risultati delle partite, compresi i pareggi, della Confederation Cup giocate a San Pietroburgo. In quell’occasione gli era stato chiesto di scegliere tra due ciotole di cibo con ognuna vicino una bandiera legata ad una squadra di calcio. “Tra i suoi tratti caratteriali c’è sicuramente la tendenza a scegliere, ad analizzare” ha spiegato l’assistente del direttore generale dell’Hermitage.

Dopo il successo dell’anno scorso Achille, il gatto che prevede i risultati, è pronto a oracolare anche le partite dei mondiali ma soltanto quelle che verranno giocate a San Pietroburgo. Il suo potere è grande ma non può di certo arrivare in tutto il mondo, infatti non farà previsioni nemmeno sulla finale che si terrà il 15 luglio a Mosca.

Come per lo scorso anno il gatto sarà posto la mattina della partita di fronte a due ciotole ricolme dello stesso cibo ma con bandiere diverse. A seconda della ciotola che sceglierà di mangiare, i tifosi potranno esultare o disperarsi per la partita a cui assisteranno la sera stessa. Tra le notizie più strane legate a questo caso così bizzarro c’è il fatto che questo gatto sta seriamente influenzando le scelte degli scommettitori di tutto il mondo.

Dopo il polpo Paul divinizzato durante i mondiali 2010 avvenuti in Sud Africa ora è Achille il nuovo oracolo da consultare. Chissà se presto aprirà uno studio personale dedicato proprio a questo chiamato “Il gatto che prevede i risultati”.