da Pinterest
da Pinterest

5 buone ragioni per acquistare una pencil skirt durante i saldi

La gonna a matita (o pencil skirt per le più international) si preannuncia come il trend si stagione da accaparrarsi durante i saldi.

Ebbene si, la pensil skirt sta spopolando e tutte la vogliono indossare (e farebbero bene). Lo sappiamo, nulla può eguagliare la minigonna alla Mary Quant, ma una gonna a matita è per sempre e sopravvivrà per sempre ai mutamenti del fashion system. Quindi, perché privarsene?La pencil skirt è solitamente una gonna a tubino sotto il ginocchio che fascia la figura, la allunga e ci rende subito alla moda. Praticamente, la pencil skirt, fa più miracoli della Fata Madrina di Cenerentola. Gli stilisti hanno le idee chiare e ce la stanno proponendo in tutte le sue versioni da Miu Miu, a Prada, a Chanel. Tranquille la trovate anche da Zara!

Zara (12.99 euro).

Veste veramente tutte

Si adatta a tutte le forme, sia skinny che curvy. Camuffa i rotolini extra e sende più rmonioso un fisico esile. Però bisogna ammetterlo, la pencil skirt sta particolarmente bene con qualche chilo in più (il giusto compromesso dopo le vacanze di Natale).

È versatile

Si adatta ad ogni occasione dall’ufficio, all’aperitivo su teams, alla spesa in zona rossa. La puoi abbinare con un maglione oversize super comfy o con una camicia bianca voluminosa o più aderente per le occasioni più formali. Poi la potrei usare per le tue serate scatenate con le amiche in discoteca o al bar (quando si potrà). Tacco alto, pencil skirt e body: il gioco è fatto!

Abbasso alla volgarità

Non è mai volgare. La sua lunghezza è strategica e sebbene fasci il corpo, le gambe e il lato B nello specifico, non è mai volgare, anzi. La pencil skirt è il capo fashion che dovrebbe essere utilizzato di più.

Sportiva, perché no

La pencil skirt si può portare anche con le sneakers. Chi l’ha detto che una gonna sotto il ginocchio non possa star bene con una scarpa bassa?

La devi avere

Se sei una vera fashin addicted la pencil skirt deve far parte del tuo guardaroba, senza se e senza ma. Insomma, è il capo del 2021, non l’hai ancora capito?



Silvia Menon