Voce amica Firenze e Ache 77: l’arte contro la solitudine

Solitudine. Una linea sottile che può stringerci, diventare una nube e prendersi tutti noi stessi.
Per quanto possa sembrare un tema attuale, forse contestualizzato con il mondo parallelo dei social in cui viviamo e della paura sociale inevitabilmente causata da mesi di quarantena, il sentimento della solitudine avvolge da sempre la nostra società, basta pensare ai poeti che abbiamo tutti studiato a scuola. Sicuramente il primo che ci verrà in mente è Giacomo Leopardi, ritratto di tristezza ed emarginazione. Ma è solo uno dei tanti che, nel corso degli anni, hanno rappresentato questo sentimento nell’epoca di riferimento.

In Italia però questo disagio viene preso in considerazione solo negli anni ‘60 grazie ad un gruppo di volontari che creano un’associazione “Voce Amica”.
Da oltre 50 anni questa si prende cura delle persone sole o che stanno attraversando un brutto periodo. Come? Tramite una linea telefonica, anonima, gratuita e attiva con servizio notturno, dove chi ha bisogno troverà sempre un volontario dall’altra parte della cornetta disposto ad ascoltare e ad aiutare l’altro.


Quest’anno l’associazione Voce Amica Firenze ha iniziato una collaborazione con uno stencil artist, Ache 77, per il progetto di un’esposizione a cielo aperto per tutta Firenze.
La manifestazione sarà aperta a tutti e divulgata lungo le strade della capitale Toscana, con l’obbiettivo di comunicare universalmente un sentimento tanto semplice quanto conturbante. L’artista Ache 77 si è visto subito disponibile a mettere in mostra le sue opere caratterizzate da un linguaggio diretto e significativo, finalizzato ad arrivare in maniera semplice allo spettatore.



Per la promozione e la realizzazione pratica dell’evento, l’associazione ha dato il via ad una raccolta fondi. Partito il 17 febbraio e con durata di 40 giorni, il crowdfunding ha come obbiettivo il raggiungimento di €7.000, al conseguimento dei quali la fondazione CR Firenze raddoppierà il budget.
Voce Amica Firenze e Ache 77 non sono stati lasciati soli per quest’iniziativa: hanno partecipato infatti anche Siamosolidali, Impact Hub Firenze e Feel Crowd ed è stata anche coinvolta la prima galleria d’arte urbana a Firenze, “Street level gallery”.

Due grandi filoni culturali quali l’arte e la filantropia hanno unito le forze per creare un evento che non solo coinvolgerà in pieno la città di Firenze, ma arriverà diretto a tutti i passanti, curiosi o di fretta, lasciando loro un messaggio. Attraversando le strade fiorentine la solitudine si farà comune, forte e rumorosa come mai prima.

A ricordare come un sentimento, in questo caso angosciante, se condiviso può cambiare aspetto. A ricordare come ci sono persone che per il grande cuore aiutano sconosciuti, rispondono a numeri anonimi e sono presenti, perché niente come una voce -o Linea- Amica può sollevarti.



Azzurra Candelari