Vitamina C: dove trovarla in cucina e perché è importante

Tutti noi sappiamo quanto contano le vitamine per il benessere del nostro organismo, soprattutto se si fa riferimento alla vitamina C, in assoluto una delle più importanti. Grazie a questo elemento possiamo infatti ottenere molti benefici a livello di salute e di benessere, viceversa la sua carenza può comportare diversi problemi a livello organico. Ecco perché è molto importante approfondire questo argomento, così da scoprire in quali alimenti trovare la vitamina C e quali sono tutte le sue proprietà migliori.

La vitamina C e dove trovarla

Per fortuna la lista di alimenti contenenti buone percentuali di vitamina C è molto ampia, di conseguenza abbiamo la possibilità di arricchire la nostra dieta con diverse opzioni salutari per il nostro organismo. E senza per questo rinunciare al gusto: la vitamina C in cucina abbonda ad esempio nella frutta, negli ortaggi e nelle verdure, e nei tuberi come le patate. Fra i frutti che più di tutti contengono questa vitamina non potremmo non citare gli agrumi come le arance e i mandarini, insieme alle ciliegie, alle fragole, ai kiwi e anche agli ananas. Se invece ci si sposta nel campo degli ortaggi e delle verdure, ecco opzioni come il cavolo, il broccolo, i cavolfiori, i pomodori e i peperoni. Naturalmente è possibile supplire alle carenze di vitamina C ricorrendo anche agli integratori alimentari appositi, reperibili anche presso le farmacie online. Bisogna però specificare che tali supplementi, come spiega il loro stesso nome, non possono sostituire i pasti e di conseguenza vanno usati come integrazione in un regime alimentare sano e bilanciato.

Perché è così importante la vitamina C?

Per prima cosa la vitamina C rappresenta un elemento fondamentale per il potenziamento delle nostre difese immunitarie. Di conseguenza, serve per rinforzare la barriera che impedisce al nostro corpo di subire gli attacchi di virus e batteri. In secondo luogo, le carenze di vitamina C sono da evitare perché sono alla base di una malattia come lo scorbuto (conosciuta anche come “morbo dei marinai”), che può a sua volta causare problemi alla bocca e altri sintomi come la perdita di energia e la spossatezza. Inoltre, la vitamina C aiuta l’organismo a produrre maggiori quantità di collagene, di conseguenza ha un ruolo centrale anche per quanto concerne la riparazione dei tessuti e l’elasticità della pelle. La cute beneficia della sua azione anche per via delle proprietà antiossidanti della vitamina C, che permettono di combattere i radicali liberi. Infine, questa particolare vitamina ci viene in soccorso in caso di anemia, e può addirittura aiutarci contro lo stress.

In conclusione, sono numerosi gli aspetti chiamati in causa dalla carenza di vitamina C, e un’assunzione regolare di questo elemento può aiutarci in molte situazioni. Di riflesso, è fondamentale che sia presente nella nostra dieta.



Claudia Ruiz