Una banana blu che non ti scorderai più

Blue Java: è così che viene chiamata una tipologia di banana blu, nata tantissimi anni fa, ma sconosciuta a gran parte del globo.

Chissà, forse perché adesso sta dilagando questa mania del cibo la voglia di conoscere posti nuovi che possano portare gusti a noi sconosciuti. O ancora perché ormai è diventato sempre più facile trovare prodotti che provengono dall’altra parte del mondo, nel banco frigo del nostro supermercato sotto casa. La reale ragione, per la quale questa banana sia stata resa così famosa solo adesso, però, non si capisce.

Ad ogni modo, noi siamo comunque felici di poter condividere e parlarvi di questo prodotto, completamente naturale, proveniente da diverse e disperse zone del mondo.

C’è chi l’ha ritrovata nelle Hawaii e nelle Fiji, posti in cui viene nominata anche “banana gelato” o Hawaiana, ma anche Krie, nella zona delle Filippine o Cenizo, nell’America centrale. Il nome cambia ma la sostanza rimane inalterata! Difatti l’albero da cui si coglie questo frutto è alto tra i 4 e i 5 metri (dipende dal luogo di coltivazione) e con un tronco largo circa 3. La cosa che piu lascia a bocca aperta (come se il frutto non lo facesse già di per sè) è che riesce a resistere  anche alle basse temperature, ma ha necessità di essere esposta alla luce del sole durante le ore diurne, motivo per cui diventa più facilmente coltivabile nelle aree più vicine all’equatore.

Attualmente è praticamente impossibile reperirla in Italia, ma mai dire mai, alla fine arriva sempre tutto! Soprattutto se il prodotto in questione tende a far innamorare chiunque ne assaggi un pezzetto: grandi o piccoli, non importa l’età, tutti impazziscono per questa banana gelato.

Sarà il sapore così particolarmente piacevole e dolce che sembra quasi impossibile trovarla proprio così, in natura. Fresco, fruttato, vanigliato, cosa volere di più?

Eventualmente voleste provare qualcosa di ancora più particolare, basta cuocerla in padella: vi assicuriamo un dessert al cucchiaio completamente inaspettato!

Ora vi starete sicuramente chiedendo come mai questa banana sia di colore blu, vero? No, non è perché qualcuno passi tutte le sue giornate a colorarne la buccia, e vi assicuriamo che non deriva da nessuna mutazione genetica. Semplicemente questa qualità di frutta, quando è ancora acerba, assume colorazioni molto particolari. Siamo abituati al verde della  che normalmente ci indica di come il prodotto non sia ancora pronto, in questo caso specifico, invece, il colore è proprio il blu!

Il prezzo di importazione, attualmente, è esorbitante; forse per questo non è ancora possibile trovarlo su suolo Italiano. Nei paesi produttori, però, questo frutto costa davvero pochissimo. Che sia arrivato il giusto momento di prepararsi per un nuovo viaggio?



Alessia Cavallaro