Fonte: Calcionews24

Tutto quello che c’è da sapere sull’ultima sessione invernale di mercato

La sessione invernale del mercato della Serie A è stato caratterizzato da numerosi ritorni alcuni che erano nell’aria come quello di Ibrahimovic altri meno preventivabili come il ritorno di Caldara all’Atalanta.

La squadra bergamasca ha acquistato anche Czyborra, giovane terzino sinistro (classe 1999) come vice Gosens, forse un nuovo talento alla corte di Gasperini? Un altro giovane di proprietà dell’Atalanta, ma esploso a Parma è Kulusevski che è stato acquistato, per giugno, dalla Juventus. A Bergamo è arrivato anche Bellanova (terzino classe 2000)

Il Bologna ha fatto acquisti importanti, anche in prospettiva: dal Velez è arrivato il centrocampista Dominguez, mentre l’attaccante Barrow, arrivato in prestito dell’Atalanta, è già riuscito a segnare alla sua seconda presenza con la nuova maglia.

Al Brescia è tornato una vecchia conoscenza della Serie A: Bjarnason, l’islandese ex Pescara e Sampdoria è tornato in Italia. Altro acquisto delle Rondinelle è Skrabb, attaccante finlandese.

Il Cagliari si è assicurato le prestazioni del trequartista uruguaiano Pereiro proveniente dal PSV, mentre Deiola è stato ceduto in prestito al Lecce. L’asse Ferrara-Cagliari è stato molto attivo: in Sardegna è arrivato Paloschi, percorso inverso per Castro e Cerri.

La Fiorentina è stata una delle regine del calciomercato invernale: ha riportato in Italia Cutrone dopo solo sei mesi trascorsi in Premier League. Ai Viola si aggiungono anche Duncan, Igor, Kouamè, Agudelo e Beloko. A giugno arriverà anche Amrabat, che prima concluderà la stagione all’Hellas Verona. Pedro, attaccante brasiliano che ha trovato poco spazio, è tornato in Brasile in prestito al Flamengo. Hanno lasciato la squadra viola anche Cristoforo, Rasmussen, Zurkowsk, Eysseric.

Una delle squadre che ha concluso più operazioni in entrata durante la sessione invernale del mercato in Serie A è il Genoa. Nuovi innesti per la squadra di Nicola sono: Perin, Destro, Masiello, lo svincolato Behrami e Konig, giovanissimo esterno classe 2002. Proverà a rilanciare la sua stagione a Genova anche Iago Falque arrivato dal Torino

L’Inter è la squadra di alta classifica che si è mossa meglio, soddisfando le richieste di Conte: Young, Moses e Eriksen ampliano sicuramente la qualità e gli uomini delle rotazioni del mister pugliese. Il centrocampista danese è sicuramente l’acquisto più importante dell’intera sessione invernale di mercato. Politano e Lazaro sono stati ceduti in prestito al Napoli e al Newcastle, mentre Gabigol è stato ceduto definitivamente al Flamengo.

La Juventus ha soprattutto sfoltito la sua rosa cedendo Mandzukic (da tempo ai margini della rosa), Perin, Han, Can e Pjaca. Il grande colpo per il futuro (da giugno) è Kulusevki.

La Lazio non ha concluso operazioni in entrata ed ha ceduto Durmisi in prestito al Nizza e Berisha al Fortuna Dusseldorf.

Il Lecce ha concluso diverse operazioni: ha messo sotto contratto lo svincolato Donati e ottenuto tramite prestito Saponara e Deiola.

Concluso positivamente l’affare Ibrahimovic, i rossoneri hanno completato il proprio organico con Kjaer e Begovic (che sostituisce Reina tornato in Premier League all’Aston Villa). Caldara torna in prestito fino al 2021 all’Atalanta, senza aver mai giocato in campionato durante la sua sfortunata parentesi rossonera. Il Milan ha ceduto anche Suso e Piatek due degli uomini più importanti della scorsa stagione, ma ora a imargini del progetto.

Il Napoli è stato particolarmente attivo acquistando Lobotka dal Celta Vigo, Demme dal Lipsia e Politano dall’Inter. Il difensore Tonelli è stato ceduto in prestito alla Sampdoria cosi come Ciciretti all’Empoli. Arriveranno a giugno Petagna e Rrahami.

In Emilia sono arrivati in prestito  Kurtic dalla SPAL, Caprari e Regini, ma il Parma non ha ancora risolto la situazione di  Gervinho e Al Sadd.

La Roma si è mossa con particolare attenzione al reparto difensivo: ceduto Florenzi sono arrivati Ibanez in prestito dall’Atalanta mentre è tornato dal prestito il brasiliano Bruno Perez. Dal Barcellona è arrivato Carles Perez a completare il reparto offensivo

La Sampdoria ceduto Murillo ha rinforzato il suo reparto difensivo con il prestito dal Napoli di Tonelli, e Yoshida mentre La Gumina completa il reparto d’attacco.

Magnani e Matri sono tornati al Sassuolo dal Brescia, l’attaccante slovacco Haraslin arriva in prestito dalla Lechia Danzica.

La SPAL ha migliorato il suo organico con Dabo (dalla Fiorentina) e Bonifazi (dal Torino), Zukanovic, Cerri e Castro cedendo in prestito Kurtic.

Il Torino ha completato solo cessioni e prestiti senza aggiungere nuovi elementi alla sua rosa: Buongiorno, Bonifazi, Iago Falque e Zaccagno.

L’Udinese ha acquistato Zeegelaar dal Watford mentre ha compiuto il percorso inverso Pussetto.



Tommaso Pirovano