“Trasparenti”: il mondo di Valentina Polinori da scoprire per stare bene

A distanza di tre anni, a febbraio 2020 è stato rilasciato ovunque il secondo progetto discografico di Valentina Polinori dal titolo “trasparenti”, distribuito da Artist First.

Valentina Polinori è una musicista e cantautrice romana che ha fatto ingresso nella musica italiana nel 2017 pubblicando “Mobili”.

Dall’uscita del suo primo album è stata in tour in tutta Italia e ha aperto concerti di artisti quali Lo Stato Sociale per il Radical Sheep Music Festival 2017 e per Galeffi.

Inoltre, ha aperto gli spettacoli di Julie’s Haircut & Persian Pelican per la rassegna Tracks Parma, ha partecipato al festival Barezzi Summer Luce in Puglia e al Festival Alta Felicità nella Val di Susa.

Nell’ultimo anno ha aperto i concerti di Cristina Donà e Ginevra.

Il 2020 è stato l’anno di una nuova sfida con il nuovo album “trasparenti”.

Il disco è composto da dieci tracce inedite completamente scritte e arrangiate dalla Polinori.

La copertina dell’abum è completamente gialla con al centro un bicchiere d’acqua trasparente con dentro un fiore dai petali bianchi.

L’uscita di “trasparenti” è stata anticipata dal video e singolo “Bosco”, seguito da “Lo Spazio” e dall’ultimo estratto “Lontani”.

“Trasparenti” è un concentrato di schiettezza, linearità musicale e profondità che non tralascia quella necessità di leggerezza e dolcezza.

Brano dopo brano, la Polinori racconta situazioni, punti di vista, modi di vivere il presente e le relazioni con armonia e con quel pizzico di gentilezza che è ancora oggi troppo sottovalutata.

Già al primo ascolto, il disco arriva dritto al cuore, lascia il segno della cifra stilistica della Polinori e dona quella semplicità nel raccontare la complessità di sguardi, saluti e attimi perduti.

“Trasparenti” così si rivela essere un album che sa addolcire l’anima, quasi cullarla, ma che sa anche imporsi per sonorità dolci e diametralmente opposte a quelle che riempiono le classifiche musicali nazionali.

Purtroppo, il progetto discografico è stato penalizzato dalla pandemia globale che ha bloccato la cantautrice romana pronta a far sentire il suo nuovo album in tutta Italia e far innamorare della sua musica.

Di certo, “trasparenti” non è un disco per chi ha fretta, per chi è alla ricerca di messaggi scontati, per chi rincorre le mode senza comprenderne il senso e per chi non sa ancora bene come riuscire a filtrare le proprie emozioni.

È un disco, invece, per chi sa ascoltare nel profondo, per chi vuole provare emozioni come se fosse sempre la prima volta e per chi non si arrende nella scoperta di musica che fa stare bene.

Buon ascolto!



Sandy Sciuto