Su una gru 12 donne con palloncini e striscioni per salutare l’amica ricoverata in ospedale per cancro

La vera amicizia è veramente il sentimento più bello del mondo, a dimostrarlo sono state 12 donne, che insieme per rivedere la loro amica ricoverata in ospedale, malata di cancro, hanno escogitato un piano strategico per superare le norme anticovid in vigore presso tutte le strutture ospedaliere al momento. Sono arrivate a noleggiare una gru per poter rivedere – dopo mesi – l’amica ospedalizzata. Visite vietate per via delle restrizioni anti-Covid, ma questo non ha fermato il gruppo de La Plata, in Argentina, che ha studiato nei dettagli un piano a prova di virus.

Gabriela, una donna di 52 anni, è ricoverata da mesi in una camera del Fleming Hospital di La Plata. Sola, senza l’opportunità di ricevere conforto dalle persone care. E così le 12 amiche fantasiose hanno noleggiato una gru che le ha portate fino alla finestra di Gabriela. Qui hanno tirato fuori cartelli, palloncini colorati ed abbracci virtuali insieme a tante lacrime di gioia. «L’idea è nata dalla necessità di farle visita, l’isolamento si stava allungando. Condividiamo e passiamo molto tempo insieme, apparteniamo a un gruppo di corsa e ci manca molto», ha spiegato una delle amiche ai media locali  – «L’idea era di fare qualcosa di bello, che potesse trascendere e fare la differenza». Se il covid ci ha insegnato qualcosa è a non sottovalutare mai ogni secondo della nostra vita, in quanto il vero valore delle cose sta nelle piccole azioni, che diamo spesso per scontato, ma che in realtà sono la linfa vitale della nostra esistenza.



Alessandra Filippello