Storia di un matrimonio: una bellissima storia da leggere tutta d’un fiato

Una donna che stava in punto di divorzio con suo marito ha avuto un arresto cardiaco.

Stava quasi per morire, un angelo si è presentato davanti a lei per dirle che, valutando le sue buone azioni e i suoi errori non poteva entrare in paradiso; e le ha proposto di stare sulla terra ancora qualche giorno fino a quando avrebbe raggiunto le buone azioni che le mancavano.

La donna ha accettato!

Ed è tornata di nuovo a casa insieme al marito.

L’uomo non le rivolgeva la parola perché era da un po’ che litigavano.

Lei pensava:

– Mi conviene fare pace con quest’uomo.

Sta dormendo sul divano, ho smesso di cucinargli da tempo.

Ora gli stiro la camicia per andare al lavoro, gli farò una sorpresa.

Quando l’uomo uscì da casa, lei, ha iniziato a lavare e stirare tutti i suoi vestiti.

Ha preparato un pasto ricco, ha messo dei fiori sul tavolo in un bel vaso, e un biglietto sul divano che diceva:

“Penso che potresti stare più comodo a dormire sul letto che è stato nostro per tanti anni. Quel letto dove l’amore ha concepito i nostri figli, dove tante notti gli abbracci hanno coperto le nostre paure e sentiamo la protezione e la compagnia dell’altro. Quell’amore, ancora vivo, ci aspetta in quel letto.

Se riesci a perdonare tutti i miei errori, ci incontreremo lì “.

Tua moglie

Quando ha finito di scrivere l’ultima riga “se puoi perdonare tutti i miei errori” ha pensato: sono impazzita?, io vado a chiedergli perdono quando è stato lui che ha iniziato ad arrivare arrabbiato dal lavoro quando l’hanno licenziato dalla fabbrica e non riusciva a trovare un altro lavoro, mentre io facevo il possibile per risparmiare e cercare qualche lavoretto precario per tirare avanti e nonostante tutto dovevo ancora sopportare le sue sopracciglia accigliate.

Ha iniziato ad essere sempre nervoso, sempre steso sulla poltrona, chiedendo silenzio ai bambini che volevano solo giocare. Ha iniziato a urlarmi contro quando gli dicevo che così non potevamo continuare, che avevo bisogno di soldi per i miei figli. Lui ha rovinato tutto, e ora devo chiedergli scusa?

Arrabbiata ha strappato la lettera e ha sentito la voce dell’angelo che diceva:

– “Ricorda : alcune buone azioni e raggiungerai il paradiso, altrimenti non potrai entrare”.

La donna ha pensato:

– Ne varrà la pena?, e ha rifatto la lettera aggiungendo ancora più parole affettuose: “Non ho saputo capirti in quel periodo, non ho saputo vedere la tua preoccupazione quando sei rimasto senza lavoro, dopo tanti anni con uno stipendio fisso e sicuro in quella fabbrica, hai sicuramente avuto tanta paura!

Ora ricordo i tuoi sogni di “quando andrò in pensione faremo questo e questo….”. quante cose volevi fare quando ti saresti pensionato.

Avrei dovuto aiutarti invece di costringerti ad accettare quello che accadeva e lasciarti seduto tutto il giorno su quella poltrona.

Ora ricordo quella notte di follia quando ho strappato tutte quelle lettere d’amore che avevi scritto per me, e ho dato fuoco a tutti i tessuti dei quadri che dipingevi.

In quel momento ero arrabbiata per vederti lì, rinchiuso in quella stanza spendendo i nostri soldi in pomelli di vernice per niente, o seduto su quella scrivania a scrivere sciocchezze per me.

Avrei dovuto spingerti a venderli quei quadri. Erano davvero belli.

Ero disperata, anch’io mi sentivo al sicuro con lo stipendio della fabbrica e non ho saputo vedere il tuo dolore, la tua paura, la tua agonia.

Ti prego perdonami amore mio. Ti prometto che da oggi in poi tutto sarà diverso. Ti amo.

Quando il marito è tornato dal lavoro, aprendo la porta ha notato qualcosa di diverso; l’odore di cibo, le candele sul tavolo, le note della sua musica preferita.

Quando la donna uscì dalla cucina con la cena in mano, lo trovò steso sulla poltrona piangendo come un bambino.

Ha posato la cena ed è corsa ad abbracciarlo e non hanno avuto bisogno di dire nulla, hanno pianto insieme, lui l’ha alzata tra le sue braccia e l’ha portata fino a letto.

Hanno fatto l’amore con la stessa passione del primo giorno. Poi hanno mangiato il delizioso cibo che lei aveva preparato, hanno riso molto mentre ricordavano aneddoti divertenti dei bambini.

Lui l’ha aiutata a sparecchiare il tavolo come faceva sempre, e mentre lei lavava i piatti, vide dalla finestra della cucina l’angelo. È uscita piangendo e gli disse:

– Per favore angelo, perdonami. Ho bisogno di altro tempo per poterlo aiutare e cercare di ricostruire quelle lettere che solo per me e con tanto amore avevo scritto. Ti prometto che tra poco tempo sarà felice, ed allora potrò andare dove tu vorrai.

L’ Angelo le rispose:

Non devo portarti da nessuna parte, donna.

Sei già in paradiso, te lo sei guadagnato.

Ricorda l’inferno dove hai vissuto e non dimenticare mai che il cielo è sempre a portata di mano.

La donna ha sentito la voce di suo marito che dalla cucina gli urlava:

– “Amore mio, fa freddo, vieni a dormire, domani sarà un altro giorno”.

Sì-ha pensato lei -, grazie a Dio, domani sarà un altro giorno…



redazione