Siren Festival: al centro non solo musica ma anche incontri all’insegna della sostenibilità

l Siren Festival il 19, 20 e 21 agosto ritorna nella città di Vasto dove sul suo palco si alterneranno IOSONOUNCANE, Margherita Vicario, Emma Nolde, cmqmartina, New Candys, Gold Mass, Caterina Palazzi “Zaleska” e Vieri Cervelli Montel.

In collaborazione con LegambienteEco.ReverbKeychange e Equaly il Siren porterà al centro del festival non solo la musica ma anche e soprattutto la sostenibilità. Nella bellissima cornice dei Giardini D’Avalos ogni giorno alle 18.30 ci saranno incontri, talk e riflessioni.

Giovedì 19 – Musica, sostenibilità e futuro: un incontro per parlare di musica, impegno e partecipazione nelle sfide ambientali che stiamo affrontando.

Relatori: Giuseppe Di Marco (Presidente Regionale Legambiente Abruzzo) e Katia Costantino (founder Eco.Reverb)

Venerdì 20 – “Gender Equality: cambia il ritmo?”, una riflessione sulla parità di genere fuori e dentro il mondo musicale.

Con Margherita Vicario (ambasciatrice Keychange), Irene Tiberi (Equaly), Raffaele Bellafronte (direttore del Nuovo Polo Culturale ddi Vasto), modera Antonia Peressoni (Siren festival, Indie Pride APS)

Sabato 21 – “Equaly: music has no gender”

Presentazione di Equaly, la rete italiana che mira a decostruire gli stereotipi di genere, creare consapevolezza, fornire modelli positivi, offrire formazione continua, fare rete e dare risalto alle donne e alle minoranze di genere che stanno facendo o potranno fare la differenza nell’industria della musica. Con Irene Tiberi (Equaly) e Antonia Peressoni (Siren festival, Indie Pride APS).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Siren Festival (@sirenfestival)

A Vasto Marina nella giornata di venerdì sarà organizzato con Legambiente l’incontro “Spiagge e fondali puliti Siren’s edition 2021” e “Beach Litter Workshop: conosci i tuoi rifiuti? Siamo quello che buttiamo. Conoscere e raccontare i rifiuti, per capire meglio impatto e importanza  dei nostri gesti”. I volontari di Legambiente saranno presenti con un loro banchetto durante tutta la durata del festival.

Novità di questa edizione 2021 la collaborazione con Ales&Co e Siren Craft Brew. Il birrificio Siren prende il nome dalle Sirene dell’Odissea di Omero, il cui richiamo sarebbe stato ascoltato secoli dopo le vicende greche da Darron Anley, nel 2010, sviluppando il progetto che ha portato alla nascita del birrificio nel 2012. Situato nel Berkshire, poco distante da Londra, questo giovane birrificio ha ideato per il Festival la Siren Festival Pils: una Pilsner fragrante e dissetante, pensata per essere bevuta sotto palco. Ha la dolcezza e la morbidezza dei malti tipiche delle lager tedesche ed è stata luppolata con varietà tradizionali di luppolo responsabili di note floreali e fruttate e di un amaro pulito e rinfrescante.

Iniziati il 21 luglio con Laetitia Sadier degli Stereolab e proseguiti il 28 luglio con Marissa Paternoster dei Screaming Females in collaborazione con Open Fiber continuano i live streaming “Road to siren”.
“Road to siren” è un accompagnamento verso l’edizione 2021 del festival, uno scampolo di quella internazionalità da sui proviene e su cui il Siren Festival si proietta.

Siren Festival 2021 è organizzato dalla Stardust Productions con il patrocinio del Comune di Vasto e il sostegno di Scena Unita.



redazione