Da www.sport.sky.it

Semifinali di Coppa Italia: Atalanta e Juventus vincono, la finale è loro

Le gare di ritorno delle semifinali di Coppa Italia hanno dato il loro verdetto. Atalanta e Juventus si sfideranno nella finale del 19 maggio, dopo aver rispettivamente eliminato dalla competizione Napoli e Inter. Analizziamo nello specifico le quattro gare che hanno composto questo turno semifinale di Coppa Italia.

Partiamo dalla gara d’andata del derby d’Italia tra Inter e Juventus, giocata a San Siro. Un 2-1 per gli uomini di Pirlo che ha in qualche modo spianato la strada alla Juve, condannando l’Inter a un mezzo miracolo al ritorno per sperare di tornare a giocare la finale di Coppa Italia. Era partita in realtà meglio l’Inter, nella prima gara, con un gol di Lautaro Martinez. Il punto debole della squadra di Conte, tuttavia, si è rivelato essere la difesa (solamente per questa gara, s’intende). Due clamorose ingenuità di Young prima e di Bastoni insieme ad Handanovic poi hanno permesso a Cristiano Ronaldo di firmare un’importantissima doppietta. 2-1 per la Juve e discorso rimandato a Torino.

La sfida di Torino è stata molto meno divertente di quanto ci si potesse aspettare. L’Inter era obbligata a vincere, ma la squadra di Conte non ha effettuato nemmeno un tiro in porta. La Juve, quando ha capito che poteva gestire lo 0-0, ha difeso strenuamente la porta (e in maniera ottima), risultando pericolosa in fase offensiva solo con il solito Ronaldo, che tuttavia non è riuscito a segnare. Lo 0-0 finale ha permesso alla Juve di conquistare la ventesima finale del torneo della sua storia.

Romelu Lukaku e Cristiano Ronaldo. Da www.sport.sky.it

Per quanto riguarda l’altra partita delle semifinali di Coppa Italia, il discorso che si può fare è praticamente opposto. La sfida di andata tra Napoli e Atalanta si è conclusa 0-0, in un risultato che ha lasciato tutto aperto per il ritorno.

A Bergamo, però, non c’è stata praticamente storia. Napoli che, privo di Koulibaly e Manolas, non ha mai veramente giocato, permettendo alla squadra avversaria di segnare due gol in pochissimo tempo. Il Napoli si è affacciato verso la porta di Gollini solo nei primi dieci minuti della ripresa, quando ha riaperto la partita grazie al gol di Hirving Lozano. Una scossa brevissima, perché subito dopo il copione della serata è rimasto lo stesso: Atalanta perennemente in attacco e 3-1 che è naturalmente arrivato. Uomo partita Matteo Pessina, che ha firmato una doppietta, dopo il gol iniziale di Duvan Zapata.

Matteo Pessina. Da www.ecodibergamo.it

Ora Atalanta e Juventus si affronteranno nella finalissima il 19 maggio. Per Napoli e Inter una sconfitta che deve far riflettere su tutto ciò che non ha funzionato. Inter che, a questo punto, è sostanzialmente “obbligata” a vincere il campionato, dopo le brutte eliminazioni da Champions League (e volendo anche dall’Europa League) e, appunto dalla Coppa Italia. Napoli che, invece, è in crisi nerissima di risultati ma soprattutto di gioco e continuità. Ci vuole uno scossone interno per cercare di agguantare almeno la qualificazione in Champions League e di proseguire il cammino in Europa League. Ma non sarà facile.



Marco Nuzzo