Sanremo2019: il meglio e il peggio della seconda serata del Festival!

In SPETTACOLO by Sandy SciutoLeave a Comment

La prima serata della 69° edizione del Festival ha finalmente rivelato i testi e la musica delle ventiquattro canzoni in gara e, di certo, ha lasciato contenti e delusi tra gli spettatori.

Ognuno ha già le sue preferenze, la sua pagella personale ed il suo pubblico di ascolto tra chiacchiere e confronti tra gli amici.

È chiaro, però, che sul palco dell’Ariston, grazie all’ottimo lavoro del Direttore artistico Claudio Baglioni e del suo team, è arrivata una tale varietà di generi da riuscire ad accontentare tutti i gusti del pubblico televisivo. Inoltre, il grande pregio della scelta delle canzoni è far notare quanto la musica italiana stia vivendo un momento di sperimentazione, crescità, novità e contaminazione non indifferente.

Se le canzoni, quindi, in generale, sono piaciute, non si può dire la stessa cosa dello spettacolo ideato e studiato per il Festival. La coppia Bisio – Raffaele non ha funzionato benissimo, almeno per ora. Bisio non fa ridere e si fa notare per una gaffe con Bocelli e per la prima giacca indossata. La Raffaele, invece, brilla di luce propria, è già pronta per condurre da sola e aver come spalla Bisio l’ha pure bloccata. La presenza di Favino e di Santamaria hanno regalato alla serata i momenti migliori di spettacolo.

Archiviata la prima, quindi, ecco il meglio ed il peggio della seconda serata senza peli sulla lingua senza niente di personale verso artisti, ospiti e conduttori.

I migliori momenti del Festival

– La seconda serata del Festival si apre con Claudio Baglioni che canta “Noi no” accompagnato dal corpo di ballo. Esibizione molto intensa ed incisiva in cui Baglioni ricorda qual è il suo vero lavoro.

– Ricordate che nel 2019 al Festival di Sanremo, Baglioni, Bisio e Raffaele hanno cantato “Vecchio scarpone”, in prima serata alle 21:00 e noi tutti muti a guardare e ridere con loro. Semplicità e intelligenza!

– Fiorella Mannoia canta “Il peso del coraggio”. Crea atmosfera, si fa ascoltare ed emoziona. Canta di libertà, di scelte individuali, del coraggio di vivere la prorpia vita. Poi canta con Baglioni “Quello che le donne non dicono” e regala uno dei momenti più belli del Festival che più ricorderemo.

– L’entrata di Pippo Baudo, d’improvviso, e richiama all’ordine e viene preferito da Virginia a Claudio Baglioni è un effetto speciale ottico meraviglioso.

– Si è fatto attendere parecchio, ma finalmente è arrivato il momento in cui Bisio si diverte, fa spettacolo e merita l’applauso. Tutto questo grazie a Michelle con la quale si scatena in un canto e ballo sulla lega dell’Amore. Tra loro sì che c’è sintonia, sì che c’è feeling!

– Tra i momenti migliori del Festival annoveriamo anche il duetto tra Mengoni e Baglioni sulle note di “Emozioni” di Battisti e Virginia Raffaele in abito rosso ampio che fa la lirica in un suo perfetto stile scanzonato ed ironico. È adorabile!

– Baglioni canta “Questo piccolo grande amore”. Canta tutto l’Ariston, cantano da casa e si canta pure in Sala stampa “Lucio Dalla”. Ecco cosa significa scrivere una canzone senza tempo! Standing ovation per tutta la vita!

– Arrivano Pio e Amedeo sul palco dell’Ariston. Spudorati, travolgenti e spregiudicati come ci hanno abituato e fanno ridere dall’inizio alla fine. Prendono in giro Baglioni sul ringiovanire e darsi un tono. Portano il sorriso sul palco e poi culmina tutto in un monologo serio e profondo con un solo messaggio relativo alla condizione degli immigrati.

– Riccardo Cocciante canta con Baglioni “Margherita” ed il Teatro Ariston è un’unica voce: la voce di Cocciante si mescola a quella del pubblico. Tutti in piedi per il piccolo uomo con i capelli ricci e per Margherita, un brano storia della musica italiana.

I peggiori momenti del Festival

Non arriva molto tardi il primo momento peggiore della serata. Alle 21:15 Baglioni e Bisio giocano con le canzoni e la punteggiatura. Squallido, inutile e allunga solo il brodo! Cantare “Tu come stai” pernancchiando è uno spettacolo inutile! Bisio, ancora una volta, non fa ridere!

Escluso il momento con Michelle, Claudio Bisio anche nella seconda serata sembra essere fuoriluogo. Non trova i tempi giusti, è lento, si inserisce dopo e manca di spontaneità. Nonostante sia un grande professionista, finora è bocciato!

Insomma, la seconda serata colleziona più best moments che momenti peggiori grazie alla presenza degli ospiti e di Virginia Raffaele che ha iniziato a fare a modo suo. Cosa ci aspetterà nelle prossime serate? Lo scopriremo insieme!