Unsplash @konkarampelas

Questa estate la trascorreremo tutti (o quasi) a girare video su Tik Tok

Se recentemente siete stati su una spiaggia, vi sarete sicuramente chiesti cosa stesse facendo quel gruppo di ragazzi sotto l’ombrellone accanto al vostro, in preda a movimenti velocissimi e inconsueti. Tranquilli, nessun morso di tarantola, probabilmente stavano semplicemente registrando un Tik Tok.

Questo social è stata una scoperta della pandemia, tutti (o quasi) ci sono cascati e inesorabilmente lo hanno scaricato. Tik Tok permette di creare video della durata massima di un minuto in cui chiunque può destreggiarsi tra coreografie ed effetti speciali. Ed è proprio questo il suo segreto, ovvero con semplicità e ripetendo le mosse di altri, si può raggiungere una notevole visibilità.

Ciascun utente può seguire le persone che più apprezza e non perdersi nulla. La particolarità è che sul profilo, oltre ai follower, è riportato anche il numero di mi piace ottenuto. Per mettere like è semplicissimo, basta schiacciare sul cuoricino di lato al video. Più cuoricini ha un video, più diventa virale. L’algoritmo di Tik Tok è studiato per capire ciò che piace di più e proporlo poi nella sezione #perte e fare in modo che quel contenuto arrivi a più utenti possibili.

Tik Tok offre la possibilità di diventare virali in poco tempo e questo fa molta gola ai giovani d’oggi. Gli utenti hanno un’età media che si aggira intorno ai 14-16 anni. Quindi è principalmente un social per adolescenti e giovanissimi. Ovviamente non mancano anche i boomer che con simpatia cercano di ricavarsi un loro spazio in questo mondo.

Questo social è entrato con prepotenza in diversi ambiti e nelle vite di tutti. Nella musica ha fatto un vero e proprio boom. La maggior parte dei video musicali dell’ultimo periodo presenta una coreografia da poter riprodurre con semplicità. Per esempio, nel video di Karaoke, una splendida Alessandra Amoroso ha proposto le mosse che sono poi diventate virali sul social.

Anche Baby K e Chiara Ferragni hanno capito l’importanza dei movimenti per Tik Tok per diffondere ancora di più il loro singolo. La celebre influencer è ricorsa ad un coreografo che potesse aiutarla a creare il nuovo trend a ritmo di Non mi basta più.

Tik Tok è stato anche utilizzato da enti culturali come il museo degli Uffizi di Firenze, che ha realizzato video con le opere d’arte. C’è chi invece ha impostato il proprio profilo con l’obiettivo di aiutare gli altri: per esempio Francesca Palma meglio come conosciuta come L’ostetrica di Tik Tok. Lei si occupa di offrire preziosi consigli riguardo la Salute Sessuale e Riproduttiva.

@lostetrica

Per non parlare delle MST, scrivi nei commenti se le conosci #comeeravamo #lostetrica #ostetrica #ostetricia #imparacontiktok #edutokita

♬ original sound – suckafatone18

Per non parlare poi della manager Fabiana Andreani che utilizza questa piattaforma per creare video in cui offre consigli riguardo al mondo del lavoro, come vestirsi per un colloquio, cosa dire e cosa non dire e come creare il perfetto curriculum vitae. Tik Tok racchiude veramente di tutto: addirittura ci sono preti e suore che si cimentano nell’impresa di diventare virali.

Insomma, se un tempo si faceva di tutto per scattare la foto perfetta per Instagram, quest’estate probabilmente ci impegneremo per creare il Tik Tok più originale nella location più ricercata. Del resto, Andy Warhol diceva che “nel futuro ognuno sarà famoso al mondo per quindici minuti” e con Tik Tok forse non è mai stato così facile.



Eleonora Corso