Premier Conte chiarisce sul 31 luglio e annuncia nuove sanzioni e coordinamento con le Regioni

E’ di pochi minuti fa l’annuncio del premier Giuseppe Conte di una nuova stretta sull’emergenza Coronavirus. Alle 18:30 circa, infatti, il premier ha tenuto una conferenza stampa, subito dopo l’appuntamento quotidiano della Protezione Civile, in cui ha spiegato il contenuto del nuovo decreto legge.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato, a quanto si apprende, il decreto legge che introduce sanzioni più dure per chi viola le norme anti-contagio da Coronavirus e uniforma il quadro normativo.

Chi non rispetta le misure di contenimento contro il Coronavirus, “è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 3.000”.

Il premier ha negato che l’attuale decreto è stato prorogato fino al 31 luglio 2020, ma non ha negato che potrebbe esserci la possibilità se necessario.

Le Regioni possono adottare o sospendere le misure anti-contagio sul loro territorio entro 24 ore, con l’obbligo di comunicazione al Presidente del Consiglio e perdono di efficacia dopo 7 giorni. Il nuovo decreto mira a regolare i rapporti tra Governo ed Enti Locali nella gestione delle ordinanze anti-Coronavirus.

I sindaci possono adottare o sospendere le misure restrittive per 7 giorni previa comunicazione alla Regione di competenza; i sindaci non possono adottare ordinanze in contrasto con le misure statali.

Inoltre, è prevista per domani mattina l’informativa urgente del presidente Conte nell’Aula della Camera. Il premier ha affermato che riferirà in Parlamento ogni quindici giorni d’ora in poi.

La conferenza stampa arriva dopo una giornata di confronto del Governo con le parti sindacali dei settori ritenuti “essenziali”, che ha chiesto ulteriori chiusure delle attività produttive. L’azione del Governo si è resa necessaria per scongiurare gli scioperi minacciati in diversi settori dalle varie sigle sindacali, compatte per mettere al sicuro più lavoratori possibili e per armonizzare i decreti delle scorse settimane.



Paride Rossi