Da www.eurosport.it

Novak Djokovic è tornato ed è pronto per il Roland Garros

Novak Djokovic è tornato, e lo ha fatto alla grandissima con la vittoria agli internazionali di Roma. Nel torneo italiano il numero 1 ATP ha giocato gare perfette, con 0 set persi e con una finale dominata; l’avversario, nell’ultimo atto, è stato tutt’altro che banale: Stefanos Tsitsipas. L’incontro tra i due è stato il seguito della finale del Roland Garros 2021, dove si impose anche lì il serbo per tre set a due. A Roma, invece, non c’è storia: Nole domina vincendo con un netto 6-0 7-6. Il fatto che Tsitsipas sia uno specialista su terra, superficie dove ha conquistato i suoi successi maggiori, la dice lunga sulla prestazione di Djokovic.

Da www.eurosport.it

Il serbo, con questa vittoria, si porta a quota 38 masters 1000 in carriera, staccando Nadal fermo a 36. Il primo trofeo del 2022 per il serbo, arrivato dopo la travagliata questione legata al vaccino, ci restituisce un Novak Djokovic carichissimo e deciso a vincere anche a Parigi, per cercare il 21esimo Slam e l’aggancio a Nadal.

Ecco che Nole diventa così il candidato numero uno per la vittoria finale del Roland Garros insieme al giovanissimo Carlos Alcaraz (in forma smagliante) e al Re della terra, proprio Nadal. Il maiorchino tuttavia è alle prese con un dolore che ultimamente si è acutizzato, il che rende più complicata la sua cavalcata. Complicata ma non impossibile, perché il mancino di Manacor ha già dimostrato di essere superiore a qualsiasi tipo di difficoltà.

In seconda battuta troviamo, tra i favoriti, i soliti nomi, ossia Tsitsipas e Zverev. Indietro Medvedev, non a proprio agio sulla terra come lo è invece sul cemento. Per gli italiani, Berrettini è ancora costretto a saltare, mentre bisogna vedere come arriva Sinner dopo il mezzo infortunio contro Tsitsipas a Roma. Musetti garantisce la sua presenza dopo il recupero totale.
Non vediamo l’ora che questo Roland Garros inizi, ci sarà da divertirsi.



Marco Nuzzo