Netflix e le serie TV interattive, lo streaming che non ti aspetti

Che tu sia un romanticone o uno che ama i finali drammatici, ognuno di noi si è arrabbiato almeno una volta nella vita davanti al finale di un film o di una serie TV che non era come ci aspettavamo. Parliamoci chiaro, dopo ore spese davanti al pc a drogarci di serie TV, una puntata dopo l’altra, arrivati all’ultima scopriamo che il protagonista muore o banalmente la coppia tanto innamorata corona il proprio sogno d’amore. Che noia!

Ma ecco che Netflix, il nostro spacciatore di fiducia che tutti noi amiamo quanto la nostra mamma, ha deciso di rendere più entusiasmante per i propri spettatori le giornate che trascorrono in sua compagnia, lasciando scegliere loro come far evolvere la trama di una serie televisiva. Sembra una notizia che ha dell’inverosimile, eppure ciò che trapela da fonti non ufficiali è che la famosa società di film e serie TV in streaming voglia puntare su un prodotto interattivo. Lo spettatore, durante la visione di una serie TV potrà scegliere se ad esempio una detenuta di Orange is the new Black deve far parte di una gang o di un’altra. Questa tecnologia rivoluzionaria potrebbe permettere alla principessa Margaret di sposare Peter Towsend (stiamo parlando di The Crown per chi non l’avesse capito) piuttosto che vedere il loro sogno d’amore infranto perché lui è un uomo divorziato. In altri casi invece le storie potrebbero essere più articolate e quindi l’utente potrà interagire in vari punti della trama attraverso un telecomando, ad esempio.

Per prima cosa gli addetti ai lavori di Netflix hanno deciso di testare la nuova tecnologia interattiva all’interno dei film per bambini, sicuramente un mondo molto più semplice da controllare. Se l’esperimento riesce ed otterrà il consenso del pubblico più “giovane” ecco che si aprirà la possibilità di adattare questa forma di interazione anche per le serie TV più famose. Certo ciò comporterà per gli attori la necessità di girare scene in più e con diversi finali, così da permettere comunque allo spettatore di non avere una storia disorganica. Come ha dichiarato lo stesso Reed Hastings, Presidente di Netflix: “Una volta provata l’interattività non si avranno più limiti”.

Bene ragazzi adesso niente panico e non facciamoci trovare impreparati: popcorn in una mano e una birra nell’altra la nostra vita da divano e Netflix è solo alle battute iniziali.



Claudia Ruiz