Natale con i meno fortunati: i City Angels continuano la tradizione

In MONDO, social up by redazioneLeave a Comment

Una festa di Natale per i senzatetto della Stazione Centrale di Milano: si svolgerà alla Vigilia, sabato 24 dicembre, a mezzogiorno in piazza Duca d’Aosta, davanti all’hotel Gallia e davanti alla Stazione. Alle ore 12 si inizierà con la Messa, celebrata da Mons. Franco Buzzi, Prefetto della Biblioteca Ambrosiana e, dopo il Padre Nostro recitato tenendosi tutti per mano, una preghiera musulmana, da parte dell’imam Mohsen Mouelhi, e una ebraica da parte di Daniele Nahum, già Presidente dell’Unione Giovani Ebrei d’Italia e Vicepresidente della Comunità ebraica milanese. Seguiranno la distribuzione di colombe, dolci e bevande, realizzata in collaborazione con Coop Lombardia e con Human Heart Association e la musica della Banda degli Ottoni a Scoppio, uno dei simboli dell’impegno sociale di Milano. Porteranno il loro saluto l’assessore ai Servizi sociali, Pierfrancesco Majorino e Daniela Javarone, madrina dei City Angels. Saranno presenti vari amici dei City Angels, tra cui il Presidente del Coordinamento dei Comitati di Quartiere, Salvatore Crapanzano, il Direttore del Pane Quotidiano, Luigi Rossi, la grafologa Candida LivatinoStefano Bolognini in rappresentanza della Regione Lombardia e una rappresentanza della Croce Rossa. I City Angels, volontari di strada d’emergenza, sono stati fondati a Milano nel 1994 da Mario Furlan, giornalista e docente universitario di Motivazione e Crescita Personale. Oggi sono presenti in 16 città italiane e a Lugano, in Svizzera, con oltre 500 volontari, di cui oltre il 50% sono donne. Furlan invita i milanesi a partecipare a questo momento di solidarietà e di spiritualità. Magari portando una colomba, da donare a un senzatetto, per vivere insieme il vero spirito del Natale. Come da tradizione, anche quest’anno il 6 gennaio, presso l’hotel Principe di Savoia, grazie all’interessamento di Daniela Javarone, si svolgerà la Befana del clochard. La novità 2017 è che i 200 senzatetto, anziani poveri e profughi presenti verranno serviti ai tavoli da 25 studenti delle Scuole medie superiori, che potranno partecipare scrivendo a info@cityangels.it e motivando la loro decisione. Verranno scelti i 25 studenti che trasmetteranno maggiore motivazione e spirito di solidarietà. Con loro, a servire con la pettorina dei City Angels, anche la Vicesindaco, Anna Scavuzzo, e 10 persone dell’Agenzia delle Entrate. «Perché così i ragazzi capiranno, in un colpo solo, due cose importanti del loro essere cittadini: l’importanza di essere solidali e quella di essere cittadini onesti» dice Mario Furlan, fondatore dei City Angels.