Moda e benessere: le piante per il tuo bagno

Un modo per unire benessere e stile c’è! Stupisci amici e parenti portando la natura nel tuo bagno. Non ci avevi mai pensato, vero? Con la lettura di questo articolo capirai perché scegliere le piante giuste per il bagno è la scelta ad hoc che non avevi mai pensato di fare. 

Il bagno, tra tutte le stanze della casa, è sicuramente quella più intima

 ed esposta a batteri, muffe e umidità. Basti pensare al box doccia, che mantiene le goccioline d’acqua e l’alone di vapore per molto tempo anche dopo l’uso. 

Ma tu, questo lo sapevi, ciò che non sapevi è che adesso puoi sfruttare al meglio l’atmosfera tropicale del tuo bagno, arredandolo con piante ad hoc posizionate strategicamente!

Il verde che depura 

Le piante, in generale, hanno il potere di metterci in pace con il mondo e di conciliare la nostra armonia. Disporre le piante in un appartamento, vuol dire provare a ricreare quell’atmosfera nell’ambiente che abbiamo scelto come casa. Scegliere di metterle in bagno è perciò una scelta non solo di stile ma anche di consapevolezza. Non tutte le piante, infatti, sono adatte ad ogni ambiente, perciò, prima di sceglierle è necessario conoscerne tutte le caratteristiche, così da tirar fuori solo le proprietà benefiche che esse contengono. 

Se pensavi, quindi, di prendere un tipo di pianta qualsiasi, sappi che ci sono delle cose che devi sapere, così da non sbagliare. 

Il bagno, può essere un ambiente perfetto per alcune specie, poiché pieno di umidità e calore, ma anche ostile per altre, soprattutto considerato che spesso in inverno diventa freddo, perciò, quali sono le piante adatte ad essere inserite in questo ambiente?

Stiamo parlando di piante officinali e antinquinanti, perfette per purificare l’aria del bagno da sostanze tossiche derivate da prodotti vaporizzati e da batteri imprigionati dall’umidità. Inoltre, scegliere piante officinali e posizionarle all’interno della doccia o accanto alla vasca, garantirebbe la diffusione e lo sprigionamento di tutti i benefici terapeutici di queste piante. 

Come portare un tocco tropicale nel bagno

Scegliere di mettere le piante in bagno, vuol dire comprendere le proprietà benefiche che queste ultime hanno e, soprattutto, vuol dire avere consapevolezza di quale siano le specie migliori per il nostro bagno. Perché, se è vero che alcune tipologie sono fatte ad hoc per questo tipo di ambienti, è anche vero che non tutti i bagni sono uguali, e che conta molto la luce, il grado di umidità e l’esposizione. Con i nostri consigli riuscirai a ricreare perfettamente il tuo angolo tropicale e perché no, goderne di tutti i benefici. 

Sfrutta lo spazio verticale

Avevi mai pensato di posizionare le piante sfruttando lo spazio verticale? Il bagno, ti permette di posizionare mensole su varie altezze, senza occupare il ripiano dei mobili, o ancora, potresti creare un ambiente molto più trendy appendendo i vasi, dando l’idea della sospensione. Se decidi per la verticalizzazione del tuo “giardino”, opta per piante pensili, così da conferire dinamismo all’ambiente. Dopo aver scelto come posizionare le tue piante, individua quelle più adatte. 

Attenzione allo spazio

Se hai un bagno piccolo, non preoccuparti di riempirlo di verde, ne basta poco e nei punti giusti. Scegli piante adatte a catturare formaldeide, ammoniaca e benzene, come il ficus e la felce. Se invece hai la possibilità di variare tra piante di decoro e piante utili, perché magari la tua sala bagno è grande, puoi scegliere l’orchidea, che vive bene negli ambienti umidi e luminosi come il bagno, e la tillandsia, meravigliosa da appendere nella doccia. Questa pianta, infatti, non necessita di suolo per crescere, attingendo alle sostanze nutritive contenute nell’aria. Per questo motivo, è adatta al bagno, poiché non necessita neppure di molte cure. Le sue foglie non devono essere innaffiate, ma nebulizzate con acqua. Perfetta per inserirla nella doccia, no?

Sfrutta umidità e luce

Non dimenticare che non tutte le piante sono adatte a vivere in questa stanza, ma anche che la maggior parte delle piante da bagno sono molto forti e necessitano di poche (ma giuste) cure. Perciò, se non hai per niente il pollice verde, e nella doccia non ti piace avere altro che non sia il bagnoschiuma, e non ti fidi neppure delle piante grasse che non muoiono mai, punta su rami secchi di piante officinali. Puoi pensare di appenderli in fasci o poggiarli sui mobili. L’umidità creerà le condizioni adatte per far sprigionare il loro profumo, e tu non dovrai curarli. Ricorda solo di controllare che non marciscano! 

In conclusione, le piante in bagno sono una grande risorsa, che unisce stile e benessere. Perciò, se l’idea ti stuzzica, armati di fantasia e individua il giusto angolo che accoglierà la tua piantina detox adatta per il tuo home decor!



redazione