cosmopolitan.com

Miley Cyrus e Dua Lipa al volante di un sexy tour bus in Prisoner

Manca sempre meno alla pubblicazione del 7º album in carriera di Miley Cyrus Plastic Hearts, e dopo il grande e meritato successo di Midnight Sky, e una serie di cover che hanno aumentato considerevolmente l’hype dei suoi fan, è ora del secondo singolo Prisoner, rilasciato giusto una settimana prima dell’arrivo del nuovo disco.

Per cercare di trainare il successo dei primi singoli promozionali, Miley ha deciso di affidarsi ad una delle cantanti pop più influenti del momento, Dua Lipa. Il risultato è una hit dalle vibes dance e punk-rock degli anni ’70 che vede anche la presenza di un sample del classico “Physical” di Olivia Newton-John, per non farsi mancare proprio nulla.

Ma la vera ciliegina sulla torta di Prisoner è il video musicale, rilasciato insieme al brano lo scorso venerdì, che ha letteralmente mandato in tilt l’intero panorama musicale, prova di questo i tweets che sono stati pubblicati negli ultimi giorni, uno migliore dell’altro.

 

 

Il video vede le due cantanti in viaggio su un tour bus nelle vesti di due provocanti rockstar, in perfetto stile Rocky Horror Show, ed è quando passano nel retro del bus che inizia il vero e proprio spettacolo. Le due, proprio come se si trattasse di una rock band degli anni ’80, iniziano a festeggiare e tra cambi di outfit e calze rotte, l’ambiente si fa sempre più caldo.

È qui che le due rockstar iniziano a regalare delle scene saffiche trasformandosi in una sorta di vampire piene di sangue, oppure saranno state delle ciliegie estremamente succose, iniziando a leccarsi e baciarsi come se ci trovassimo in un periodo totalmente pre-Covid, dove forse scene del genere non avrebbero suscitato lo stesso scalpore che possono generare oggi alla nostra visione. Un vero e proprio colpo di genio!

Superato l’apice, Miley Cyrus riserva un’ultima sorpresa alla fine del video musicale, dedicando un piccolo e generoso pensiero a tutti i suoi ex:

In amorevole ricordo di tutti i miei ex: mangiate merd*

Però non lasciatevi confondere dalle sceniche dimostrazioni di amore delle due cantanti, Prisoner non è certo una canzone d’amore o che incita al sesso e il Rock ‘n Roll.

In una recente intervista con Zane Lows a New Daily Music Radio, la cantante di Midnight Sky ha affermato che secondo lei questa canzone farà molto bene a tutti i suoi fan, soprattutto in questo periodo così strambo in cui ci troviamo.

Voglio dire, in un certo senso … siamo solo intrappolati nelle nostre emozioni in questo momento. Non c’è modo di sfuggire. È come, “Rinchiuso, non riesco a toglierti dalla mia mente”. Qualunque cosa tu abbia cercato di sopprimere fino ad ora, sta arrivando. Sta a te possederla 0 rilasciarla.

Un vero e proprio rifiuto verso quegli ex amori che rimangono nelle nostri menti e non vogliono andarsene via, tormentandoci all’infinito.

elle.com



Marco Russano