“Mia madre odia tutti gli uomini” è l’album più intimista e libero di Maldestro

In MUSICA by Sandy SciutoLeave a Comment

“Mia madre odia tutti gli uomini” è il nuovo progetto discografico di Maldestro presente in tutti gli instore e nelle piattaforme digitali e streaming dal 9 novembre 2018 per Arealive e distribuito da Warner Music.

Il talento nella composizione e nella scrittura di Maldestro è emerso in modo evidente durante l’edizione del 2017 del Festival di Sanremo. In questa occasione, Maldestro, partecipando nella sezione Giovani, ha presentato il brano “Canzone per Federica” che gli è valso non solo il secondo posto nella categoria di appartenenza, ma anche un ambito premio: il Premio della Critica del Festival della canzone italiana “Mia Martini”.

E non è stato l’unico. Maldestro, sin dall’inizio della sua carriera, non ha fatto altro che racimolare riconoscimenti perché, a dispetto di tutte le classifiche musicali, il mercato discografico e la necessità di avere fama, popolarità e successo a tutti i costi, Maldestro è uno che la musica sa cosa è e cosa significa “farla bene”.

“Mia madre odia tutti gli uomini” è l’ennesima dimostrazione della particolare capacità di Maldestro di lasciare nero su bianco e in un pentagramma sensazioni, emozioni e dolori come se fosse naturale e soprattutto necessario.

“È stato naturale scrivere questo disco, sapevo che prima o poi sarebbe accaduto, che avrei fermato da qualche parte un pezzo della mia vita. Nuda e cruda, tenera e violenta, persino dannata a volte – ha raccontato – Averla vinta sul dolore non serve a niente se prima non lo comprendi, è solo un vuoto a perdere. Con il dolore bisogna cooperare, solo in questo modo la ricerca della felicita non porta stanchezza. Questo è un disco che mi toglie l’armatura e quindi, libero di amare”.

Dieci brani nei quali Maldestro si racconta liberamente, senza lasciare nulla al caso. È come se in ogni canzone non avesse timore di mostrarsi o di dire chi è o cosa ha passato. È un flusso di coscienza poetico, armonico, a tratti molto doloroso ma incredibilmente disarmante.

“Spine”, il singolo che ha anticipato l’uscita dell’album, è una delle canzoni più belle dell’album come “La felicità”, “I poeti”, “Lasciami qui” e “Fermati tutta la vita”. Ma la realtà è che davvero il disco non ha eguali per bellezza e incisività.

“La felicità” è il nuovo singolo estratto il cui video è stato pubblicato su YouTube lo stesso giorno dell’uscita dell’album e dà il senso della bellezza di cui parliamo quando Maldestro canta: “Ed io lo so, che la felicità in fondo c’è Tra le ore che perdiamo per comprendere il mistero della vita qual è. Ma resta qui Tra gli errori che facciamo che ci aiuteranno a crescere E a capire che da soli non si può combattere”.

L’album risente in positivo anche della partecipazione del suo sound designer Taketo Gohara, già produttore artistico di Vinicio Capossela, Brunori Sas, Motta e dell’ex PFM Mauro Pagani. Impreziosisce il tutto la voce roca e profonda di Maldestro che regala ad ogni parola senso ed equilibrio sentimentale.

“Mia madre odia tutti gli uomini” sarà presentato durante l’instore tour in giro per l’Italia, toccando tutte le città più importanti come Roma, Napoli, Torino, Milano e Bologna.

Buon Ascolto!