Mamma affida i bambini al comune è troppo povera per mantenerli

A Talavera della Reina vicino a Toledo, una madre disperata ha lasciato i suoi bambini agli assistenti sociali perché troppo povera per poterli curare.
I figli rispettivamente di 11 e 2 anni erano in ottime condizioni fisiche non apparivano ne maltrattati ne denutriti, le raccomandazioni della donna sono state comunque di accudirli nel migliore dei modi e di non fargli mai mancare nulla.

Un gesto estremo in un modo che ormai sotto molti punti di vista è diventato ingiusto. Per questa mamma non c’è stata depressione o follia ma disperazione che ha portato a compiere a mio avviso, un nobile sacrificio per salvare la sua prole.
Quando si è soli, quando il lavoro manca insieme ai soldi ed un aiuto, ecco subentrano tantissime variabili nella mente di una persona.
Una madre egoista avrebbe continuato a tenere con se i suoi bambini e li avrebbe affamati o trascurati; in questo caso, l’atto d’amore immenso è stato l’abbandono, il permettere a questi bambini di avere pasti caldi, coperte e ambienti salutari dove vivere sacrificando in questo modo l’istinto materno ed il ruolo di madre.
Nel 2013 la protagonista di questa storia ha chiesto aiuto ma le è stato negato dallo Stato ha quindi eroicamente costretto le istituzioni ad aiutare almeno chi ne aveva secondo lei davvero bisogno: i suoi figli.
Sebbene da adulti questo gesto possa essere considerato quasi eroico non penso che dal punto di vista di un infante possa essere lo stesso.
Forse i suoi figli si saranno sentiti abbandonati ed esclusi seppur questa donna con tutta probabilità abbia cercato di spiegare loro il suo estremo e doloroso sacrificio.
Purtroppo non possiamo sapere se le sarà permesso vedere i bambini che al momento sono ospitati in un centro di accoglienza ne possiamo sapere se i piccoli verranno dati immediatamente in adozione senza alcuna possibilità per la donna di rivederli.
Questa senza dubbio è una storia che non ha un lieto fine e che dovrebbe far riflettere a lungo.



redazione