Instagram: il_corallino

L’Italia vanta circa il 10% dei lidi mondiali con la Bandiera Blu

Per quest’anno non cambiare, stessa spiaggia stesso mare…ma anche tante altre! Infatti, la nostra penisola nel 2021 si è aggiudicata ben 201 Bandiere Blu in più rispetto all’anno scorso (per un totale di 416). La Bandiera Blu è l’ambito riconoscimento assegnato annualmente ai migliori litorali da Fee (Foundation for Environmental Education).

I parametri per avere la Bandiera Blu

La Bandiera Blu viene assegnata quando una spiaggia risponde ai 32 criteri guida. Non è un titolo permanente, può essere infatti rimossa in qualsiasi momento qualora si concretizzino i presupposti e la spiaggia venga meno a qualche criterio. I requisiti da rispettare sono di due tipologie: quelli Imperativi e quelli Guida. La Bandiera Blu viene assegnata qualora il litorale sia conforme a tutti i criteri Imperativi e abbia il maggior numero dei requisiti Guida.

Tra i criteri imperativi rientrano per esempio il fatto che ogni spiaggia debba avere dei cartelli che informino i bagnanti rispetto la natura del sito, le caratteristiche ambientali, gli ecosistemi locali. Un esempio? La spiaggia di Velluto di Senigallia ha lungo il litorale cartelli che invitano i turisti e i bagnanti a prestare attenzione a determinate zone in quanto ivi nidifica la specie protetta del Fratino.

Di fondamentale importanza poi la qualità delle acque che vengono campionate frequentemente; ovviamente nessuno scarico di acque reflue (urbane o industriali) deve interessare l’area della spiaggia. Imprescindibile la pulizia del bagnasciuga, che deve essere curato e deve aver cestini per la raccolta differenziata dei rifiuti. Tra i criteri rientrano anche alcuni servizi specifici per i visitatori, come per esempio la presenza di spogliatoi e bagni pubblici. Incentivata anche una mobilità green: le spiagge, infatti, devono essere facilmente raggiungibili con mezzi pubblici e anche in bicicletta.

Le regioni italiane con il mare eccellente

La costa ligure ha il maggior numero di bandiere blu con ben 32 località che rientrano negli standard per l’attribuzione di tale riconoscimento. Al secondo posto troviamo invece la Campania con 19 bandiere e al terzo posto pari-merito la Puglia e la Toscana. Con un totale di 416 spiagge, l’Italia vanta circa il 10% dei lidi premiati a livello mondiale.

Non solo litorali marini ma anche le spiagge dei laghi possono ricevere questo riconoscimento e in Italia sono ben 16 le realtà lacustri che rispecchiano gli standard adeguati: per esempio in Trentino-Alto Adige ce ne sono ben 10.

Questi dati dimostrano ancora una volta che la nostra penisola ha delle vere e proprie zone paradisiache in cui potersi immergere a contatto con la natura. Allora quale programma migliore per quest’estate se non un bel viaggio alla scoperta delle Bandiere Blu italiane?



Eleonora Corso