Le serie tv perdono le loro voci, doppiaggio a rischio per il Covid-19

D’ora in poi guardare le nostre serie preferite doppiate in italiano non sarà un fatto così scontato e dovremo scegliere se non rimanere indietro con la programmazione e vederle sottotitolate oppure metterci in pausa e aspettare che questo caos si risolva.

Il Covid-19, purtroppo, ha cambiato le nostre abitudini in tanti aspetti e quello del doppiaggio non è stato da meno, dal momento in cui i doppiatori devono lavorare in spazi comuni e per sicurezza non è consentito. Per questa ragione, piattaforme come Sky e Netflix hanno optato per continuare ad offrire le loro serie tv secondo la programmazione originale senza le voci doppiate in italiano. Però quali sono le serie tv in questione?

Sky Atlantic e Fox, che già in passato offrivano la possibilità di guardare le serie in lingua originale o doppiate, hanno comunicato che manderanno in onda serie come Westworld o The Walking Dead in lingua originale e sottotitolate, per permettere ai fan più accaniti di non rimanere indietro con le storie.

A queste due serie si aggiungono anche Homeland, Station 19 e Single Parents, che dovranno rinunciare alla versione doppiata a partire da questo momento in poi fino a nuove modifiche. Allo stesso tempo hanno assicurato che altre serie come Super Girl, Riverdale, Grey’s Anatomy, Flash, Young Shaldon e The Blacklist saranno disponibili in italiano, almeno fino all’episodio che è stato possibile doppiare nei periodi in cui ancora era possibile farlo.

Discorso simile per Netflix che, così come Sky, ha dovuto adattarsi a queste nuove misure cautelari e proporre alcune delle sue nuove uscite in lingua originale e accompagnate dai sottotitoli, come Ozark che ha introdotto il nono episodio con il seguente annuncio: Doppiaggio in arrivo, la salute dei doppiatori ha la priorità, nonostante successivamente sia stato disponibile per gli spettatori nella sua versione doppiata in italiano.

Tuttavia, per alcune delle uscite più attese come La Casa di Carta 4 non ci sarà alcun problema,  in quanto il doppiaggio è stato realizzato precedentemente al caos generato dal Covid-19.

Sfortunatamente, pare che questa situazione sarà più lunga di quanto immaginato e che quindi questa nuovo contesto possa diventare abituale almeno fino a giugno, supponendo che fino a prima del periodo estivo non si tornerà in studio di doppiaggio. Ciò che è certo è che molte persone metteranno molto probabilmente in pausa la visione di queste serie perché preferiscono guardarle in italiano, anche se, cercando il lato positivo, guardare queste serie in lingua originale potrebbe essere un ottimo modo per studiare nuove lingue e allo stesso tempo non rimanere indietro con le serie preferite.

A voi la scelta!



Marco Russano