La pirateria online e PornHub: ecco che sulla piattaforma compare Zootropolis

Erminia Lorito

In WEB / Erminia Lorito / Comments

Una delle pochissime certezze diffuse un po’ ovunque e persino nell’intelletto di chi di queste cose se ne intende poco, o finge magari di non averne mai sentito parlare è che Pornhub, la più grande piattaforma video a luci rosse del mondo, lanciata nel 2007, si occupasse interamente di questo: film e contenuti porno appunto. Niente di più sbagliato! L’ultimissima chicca denunciata ovviamente sulla rete, oltre ad aver mandato in confusione i più accaniti sostenitori della piattaforma, ha portato alla luce un fatto davvero interessante. Ciò che infatti è noto a pochi e che è stato poi riportato anche dal sito Quartz, è che la piattaforma più trafficata del web negli ultimi tempi sembra aver invertito un po’ la rotta, tanto da arrivare a raccogliere un numero tutt’altro che modesto di grandi pellicole cinematografiche.

Il fenomeno pare abbia curiosamente preso piede attraverso il canale Reddit “Full Movies On PornHub”, dedicato interamente alla segnalazione di film fruibili sulla piattaforma porno. Tra l’altro ci sarebbe poco di cui sorprenderci, considerando che lo stesso pare sia accaduto al canale YouTube, ma mentre quest’ultimo si è impegnato assiduamente per estromettere dalla piattaforma tutto ciò che c’è di porno, PornHub al contrario ha deciso di eliminare tutto ciò che con il porno non avrebbe nulla a che fare.

Così navigando tra un contenuto piccante e l’altro è possibile imbattersi non solo in grandi classici del cinema come Ritorno al futuro, ma anche in alcuni spezzoni di serie tv apprezzatissime come Game of Thrones. Alla lista si aggiungono anche alcuni film d’animazione come Zootropolis, Cars e Oceania. Il tutto ovviamente sotto falso nome, Zootropolis ad esempio era mascherato nella sezione “Hot Animal Action”.

Gli ultimi ritrovamenti sulla piattaforma hanno invece riguardato alcune parti di Hamilton, il musical dei record che ha incassato la bellezza di 3,8 miliardi di dollari, facendo esplodere letteralmente i botteghini nella settimana di Natale e The Big Sick, la commedia romantica etichettata tra i migliori film del 2017.

Nonostante però si stia parlando ultimamente del fenomeno in esame, già nel mese di marzo il sito Gizmodo aveva portato alla luce l’esistenza sulla piattaforma di alcune copie illegali di film come Star Wars, The Avengers, Doctor Strange e altri ancora. Di cui il primo tra questi pare sia stato visto da ben 60 milioni di utenti sul sito. Niente male no?