La fila passa più in fretta con l’app giusta

Di Sebastiano Mura per Social Up!

C’è poco da dire. Giovani, anziani, adulti, bambini, studenti, lavoratori, pensionati. La fila, soprattutto nella nostra amatissima Italia, è un fattore che caratterizza le nostre giornate, il nostro tempo e, lasciatecelo dire, anche il nostro umore. Quanti di voi si sono trovati ad aspettare per interminabili minuti, vogliamo essere ottimisti e non pensare alle ore, in fila all’ufficio postale, al supermercato o dal dentista? Quale studente, stanco di lasciarsi andare allo sconforto più totale o al ripasso matto last minute, ha cercato un modo alternativo per passare il tempo in attesa che il professore fosse finalmente pronto a riceverlo? Il tempo passato in fila consuma irrimediabilmente le nostre energie. Sarebbe a questo punto auspicabile trovare il modo di passarlo in una maniera costruttiva, utile, o quantomeno piacevole. Ma si sa, la fregatura delle file sta proprio nel fatto che non ci si può muovere o spostare. Si teme che la vecchietta, apparentemente innocua in fila dietro di noi, non aspetti in realtà altro che un secondo di distrazione per passarci avanti e fregarci il posto.

Proseguendo il nostro viaggio nel mondo degli smartphone (non a caso qualche tempo fa ci siamo occupati di come rimetterci in forma con l’ausilio del nostro amico elettronico), vi proponiamo oggi qualche applicazione indispensabile per cercare di far sembrare le ore e i minuti di attesa più leggeri e veloci.

Se siete tipi che non vogliono perdere neanche un minuto della propria giornata e volete sfruttare fino all’ultimo il tempo a disposizione, l’app che fa per voi è compresa tra quelle che permettono di organizzare i numerosi impegni presi, il lavoro, i viaggi, l’agendaEvernoteStay Organized, classico del genere, permette di tenere sotto controllo i  numerosi progetti in corso, le annotazioni, le foto e il materiale che può esserci utile per sistemare al meglio i nostri impegni. Se invece volete approfittare dei momenti di pausa e attesa per dare nuova linfa alle vostre idee e trovarne magari una vincente da prendere in prestito per il proprio lavoro, Stumble Upon, come dice il nome stesso, vi permette di stare costantemente aggiornati riguardo i vostri argomenti preferiti. Non serve fare nulla, se non, in fase preliminare, decidere su quali argomenti, quali temi, si desidera avere notizie. Sarà l’app a trovare per voi di volta in volta le notizie più interessanti in linea con i vostri interessi. Notizie che potranno poi essere condivise tramite social, email e sms. E se preferite, l’ispirazione versione video TED, ripropone lo storico delle conferenze tenutesi nell’omonima che si svolge ogni anno a Vancouver, e in altre parti del mondo, con argomenti che vanno dall’arte, alla psicologia, dalla scienza alla tecnologia. Alla possibilità di scegliere il contenuto sulla base del campo di interesse si aggiunge poi quella di poter scaricare i contenuti preferiti per poterli guardare offline. Una soluzione interessante per coloro che necessitano di passare il tempo anche quando non è disponibile una connessione internet. Un esempio su tutti, i viaggi in aereo.

Cambiando completamente tipologia, se le pause, le file e le attese in generale sono per voi l’occasione per trovare un po’ di relax, la soluzione più ovvia sarebbe quella di occupare il vostro tempo con un qualcosa di semplice e facilmente fruibile. Tempo e spazio permettendo Reuters TV, offre una serie consistente di contenuti video, che si possono scegliere in base al tempo del quale si dispone e al posto in cui ci si trova. Un modo semplice per scoprire in modo diretto cosa succede attorno a noi. Un altro utile svuota mente è sicuramente rappresentato dai giochi che imperversano e che ormai rappresentano per i più, il compagno ideale con cui passare il tempo in attesa di sbrigare le proprie faccende. Ma i gusti sono così vari e la possibile scelta così vasta, che molto si rimanda alla scelta personale. Tra i più cool del momento vi segnaliamo Paperama, un gioco rompicapo sotto forma di origami da piegare e ripiegare, Kiwanuka, che a soli pochi euro ci permette, almeno nei momenti di pausa, di sentirci degli eroi. Lo scopo del gioco è quello di portare il salvo il proprio popolo lungo una serie sempre diversa di paesaggi fantastici. 100 Balls pretende da voi molto meno, vi chiede solo di essere capaci di ridistribuire un numero finito di palline contenute in un imbuto centrale in un numero di bicchieri che gli ruotano attorno. Per i più nostalgici, per quelli che hanno passato ore e ore sul vecchio cellulare cercando di rendere il piccolo Snake il più lungo possibile, ecco il suo pronipote Grub. La formula è la stessa, la grafica un pochino meglio. Se ha funzionato come passatempo per così tanto tempo, un motivo ci sarà.

E chi dice che per forza a fine giornata si arriva stanchi, fiacchi e privi di idee? Sono molti a sostenere che nei momenti di noia assoluta, la nostra mente sia capace di partorire idee, in realtà, geniali. Buttiamole giù allora. Mindjet permette di effettuare un vero e proprio brainstorming in solitaria. Idee, concetti, spunti. Metti le tue intuizioni da parte, registra tutto. Potrebbe servirti in altri momenti, e tra le mille cose che hai segnato mentre aspettavi l’arrivo del bus o della metro potrebbe esserci l’intuizione che cambierà la tua vita.



redazione