Unsplash @beccatapert

La cara e vecchia giacca di jeans

Versatile e adatta a completare gli outfit primaverili, la giacca di jeans rappresenta uno dei capi must-have. È facilmente abbinabile, può essere utilizzata per creare look total denim e soprattutto è in grado di dare un aspetto più casual ad abiti eleganti. È insomma un capo che tutti almeno una volta nella vita hanno indossato. Ma quando nasce?

Pur portandoseli davvero bene, la cara giacca di jeans è un’amica di ben 140 anni. L’azienda Levi Strauss & Co infatti creò la prima nel lontano 1880. Inizialmente venne utilizzata dagli operai, dai lavoratori delle miniere e in tutti quei lavori pesanti che presupponevano ingenti sforzi fisici. Il denim era perfetto in quanto materiale comodo ed elastico, in grado di resistere ai numerosi movimenti degli operai.

Con il passare del tempo il capo divenne simbolo della gioventù ribelle e controcorrente. In particolare, venne indossata dai giovani della beat generation che credevano di poter cambiare il mondo con un paio di jeans. Negli anni Cinquanta, chi portava capi in denim veniva considerato un alternativo, una persona con un punto di vista differente rispetto al resto della società.

Questo fu un periodo molto positivo dal punto di vista economico: il cosiddetto boom del dopoguerra. Furono anche gli anni in cui il cinema divenne un luogo di aggregazione sociale richiamando giovani di tutti le età. I ragazzi vedevano negli attori del grande schermo dei modelli da seguire e iniziarono a imitarne il modo di vestire.

Erano gli anni in cui i grandi divi del cinema indossavano la celebre giacca di jeans. Il loro stile era semplice e curato in maniera tale che il capo in denim fosse il vero protagonista del look. Per le strade i giovani iniziarono ad imitarli portando orgogliosamente il giubbino di jeans magari abbinato a una t-shirt bianca.

Unsplash @thesollers

Il capo negli anni è stato indossato da celebrità del calibro di Marylin Monroe, John Lennon, Sarah Jessica Parker e Madonna. Tutto ciò ha contribuito a rendere la giacca di jeans eterna e famosa a livello planetario.

Oggi le più preziose sono sicuramente quelle vintage, facilmente recuperabili dall’armadio di genitori e nonni. Passando di generazione in generazione, la giacca di jeans ha saputo rimanere uno dei capi più amati, adattandosi alle tendenze di ogni periodo. Da qualche anno va molto di moda la variante caratterizzata dal pellicciotto interno, adatta così anche a temperature più rigide.

I modelli e i colori disponibili oggi sul mercato sono i più svariati: giacche larghe, aderenti, chiare, scure, nere. Il tessuto permette di personalizzarla con spille, ricami e disegni. Addirittura, c’è chi è specializzato nel creare ritratti sul denim come Antonio Pecoraro. Il giovane artista napoletano, che da qualche anno si occupa di queste lavorazioni, ne ha realizzata una speciale per Chiara Ferragni. La giacca in questione ha sulla schiena il ritratto della giovane influencer e del figlio Leone.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chiara Ferragni ✨ (@chiaraferragni) in data: 8 Mag 2020 alle ore 3:19 PDT



Eleonora Corso