Kit Harington, Emilia Clarke e il deludente spot D&G

Creare una pubblicità d'impatto per un prodotto è come indovinare un terno al Superenalotto, pochi riescono nell’impresa ed il numero di quelli che falliscono miseramente è davvero notevole. Oggi dobbiamo tirare le orecchie alla prestigiosa casa di moda dal cuore meridionale Dolce&Gabbana. Lo spot del noto profumo della maison “The One” non è brutto, è semplicemente inguardabile. Ma andiamo per gradi, nei mesi scorsi a piazza Riario Sforza, a Napoli, la nuova coppia più amata di Game of Thrones: Kit Harington ed Emilia Clarke si sono prestati come volto della campagna pubblicitaria per il famoso profumo. I napoletani, e non solo loro, non hanno preso molto bene la visione che il regista Matteo Garrone ha dato del capoluogo Partenopeo, definendolo infarcito di stereotipi. Beh tanto torto non hanno…

La Clarke mangiaspaghetti, i re dentro una cornice movente, pulcinella, i parrucconi, un pazzariello con fascia tricolore che forse richiama anche De Magistris, le pizze che camminano nel caos, i babà, il chiasso partenopeo reso eccessivo e anche volgare, il teatrino artificiale, un Kit Harington visibilmente a disagio sono alcune delle immagini contestate dalla platea che commenta sotto lo spot uscito ufficialmente domenica 3 settembre e pubblicato sui social dai due stilisti.

Dolce e Gabbana non sono estranei nell’ambientare le proprie campagne pubblicitarie in città meridionali, vedi la sfilata alta moda a Capri o l’ultima a Palermo. I loro abiti fanno un costante riferimento alla sicilianità di Domenico Dolce e l’amore che i due nutrono per la cultura del sud. Tuttavia, quest’oggi dobbiamo segnare un 3 sul registro; la pubblicità risulta esagerata e davvero poco credibile. Vi assicuriamo che le donne al sud non vanno in giro con i bigodini in testa!

Ecco i video delle due pubblicità.