Intervista all’ideatore di Sluurpy – L’app italiana che rivoluzionerà il vostro modo di mangiare

Se dovessimo fare un’analisi delle applicazioni scaricate sul nostro smartphone più della metà riguardano il “Come o cosa mangiare”. Una per prenotare il tavolo in quel ristorante che tanto vi piace, quella che vi porta la pizza direttamente a casa, una che vi segnala dove spendere di meno. Se vi dicessimo che ne basta solo una? Avete capito bene, siamo sicuri però che quella di cui vi parleremo oggi renderà la vostra vita molto più semplice e la memoria del vostro cellulare molto più leggera. 

Candidata a diventare la nostra app onnipresente tra i preferiti, Sluurpy nasce nel 2013 da un’intuizione di Simone Giovannini, subito supportata da un team di specialisti del web tutti accomunati da un interesse: l’universo food&beverage. 

Si tratta di una piattaforma scaricabile da Android e iOS che si prefigge lo scopo di collegare le aziende del settore gastronomico con i consumatori finali. In pochi anni l’applicazione ha raggiunto un milione di utenti in tutta Italia, con più di dieci mila offerte food e più di trenta mila ristoranti aderenti.

Lo scopo principale di questa applicazione è quello di ampliare e facilitare il ventaglio di offerte nel settore del food&beverage. Bastano pochi click e dopo aver deciso cosa mangiare e consultato i menu dei locali ecco che la cena arriverà direttamente a casa tua. Ma non solo ordinazioni, ma anche prenotazioni del tavolo al ristorante oltre alla consultazione in tempo reale delle recensioni e alla consultazione di tutte le offerte gastronomiche. Grazie a Sluurpy per la prima volta gli user avranno a disposizione in un unico sito tutte le informazioni e gli strumenti presenti online.

Abbiamo contattato l’ideatore dell’applicazione che ci ha svelato tante interessanti curiosità.

Come nasce Sluurpy?

Nasce quasi per caso da un’esigenza particolare un giorno mentre ci trovavamo tra amici ci siamo ritrovati ad ordinare una pizza da asporto nella solita pizzeria in cui la prendevamo e ci siamo accorti che ci mancava il menù cartaceo da lì l’idea di iniziare digitalizzare i menu dei locali
L’idea inizialmente nata attorno ai menu di asporto sì e poi estesa attorno ai locali che non facevano asporto

Come funziona la vostra piattaforma e a chi si rivolge?

La nostra piattaforma si prefigge l’obiettivo di diventare una guida oggettiva ai ristoranti lasciando il giusto spazio ai commenti e alle recensioni per cui il menu in originale di un ristorante rappresenta al di là di tutto il biglietto da visita e la modalità più oggettiva per L  utente per scoprire cosa si mangia in quel locale
Si rivolge a tutti coloro che spesso stanchi o fuorviati da recensioni che non rispettano i loro standard vogliono però sapere cosa si mangia e quanti si spende in un locale

Cosa distingue Sluurpy dalle altre start up nel settore food?

Due caratteristiche fondamentali la presenza del menu Originale di un ristorante siamo l’unica piattaforma italiana pubblicarlo e tra le pochissime al mondo.
Lo sluurpometro un algoritmo che valuta i ristoranti in base ad oltre 60 parametri raccolti dal web.

Come possono le singole attività usufruire del vostro portale?

I ristoratori possono pubblicare il loro menu su Sluurpy totalmente gratuitamente e anche per gli utenti in servizio è totalmente gratuito

Cos’è lo Sluurpometro?

Lo sluurpometro è un algoritmo che Annalizza circa 60 parametri e cerca di dare una classifica il più veritiera possibile di un ristorante ma soprattutto il più oggettiva possibile che non tenga conto di recensioni e pareri strettamente personali legati allo Stato sociale patrimonio e altro
È un algoritmo in costante crescita e miglioramento che si propone di diventare un voto oggettivo del ristorante

Siete stati segnalati dall’Agenzia ICE come partecipante all’evento internazionale Food Matters Live 2017 a Londra. Cosa avete imparato da questa esperienza?

Essendo il mercato della ristorazione uno dei più prolifici in Italia ci poniamo l’obiettivo di diventare uno dei portali più influenti per la ricerca e la scelta di un ristorante
Dove untete possa veramente scegliere il ristorante adatto a se sapere cosa si mangia, come si mangia e quanto si spende
Un altro dei nostri obiettivi principali è quello di portare il portale anche all’estero, infatti a tal proposito abbiamo aperto anche in Inghilterra e in Spagna



Claudia Ruiz