Intervista a Francesco Monte: “Siamo già domani è il mio nuovo inizio!”

Per anni è stato etichettato come il fidanzato di, il cognato di, l’ex di, nonostante all’attivo nel suo curriculum vanta partecipazioni in programmi televisivi, serie tv e volto immagine di importanti campagne pubblicitarie per brand prestigiosi a livello internazionale.

Francesco Monte è di certo un personaggio divisivo e che divide l’opinione pubblica sin dai tempi del trono di “Uomini e donne”.

Oggi, 32 anni, con ancora tanti sogni nel cassetto e la voglia di mettersi in gioco con il proprio talento, Francesco Monte ha lanciato il suo nuovo progetto che ha a che fare con la musica.

Il 17 luglio ha infatti rilasciato il suo primo singolo dal titolo “Siamo già domani”.

“Questo non è un progetto di marketing – ha spiegato Francesco – ma un’idea nata ascoltando, prima di tutto, me stesso. Ho sempre avuto, fin da bambino, un’infatuazione per la musica e per il canto, ma non ho mai trovato veramente il coraggio di condividere questa passione. La scintilla è scoccata con la partecipazione a ‘Tale e Quale Show’ quando, interpretando Michael Bublé, Ed Sheeran, Nek e gli altri, ho avuto quelle conferme che, forse, stavo aspettando. Dopo quelle esibizioni ho avuto il piacere e la sorpresa di leggere i complimenti di tanti importanti artisti italiani. E’ stato a quel punto che, per la prima volta, ho cominciato a pensare che il canto potesse diventare davvero qualcosa di più di una semplice, intima passione”.

La canzone è stata scritta assieme a Luca Mele e Alex Grasso, il quale ha curato l’arrangiamento con Marcello Sutera che ha prodotto il brano con l’etichetta discografica Olè Artist già impegnata in questo 2020 in altri progetti di spessore.

In occasione del debutto nella musica, abbiamo intervistato Francesco Monte che ci ha raccontato come ha affrontato il passato, come si è scoperto appassionato della musica e di quella volta con JLO per Guess e Paul Marciano.

Come hai gestito tutta l’attenzione mediatica che si è sprigionata su di te, generando anche la moltiplicazione di haters e di commenti poco carini sui social?

Dopo dieci anni nel mondo dello spettacolo, facendo esperienze che non rinnego ma che, forse non mi hanno completato (e per fortuna ho ancora tempo davanti a me per studiare, prepararmi e fare esperienze) credo che faccia parte del “gioco” attirare commenti non del tutto carini (ndr. ride).

In tanti anni, cosa non si è capito ancora di te e vorresti fosse chiaro o emergesse?

La vita è un percorso sconnesso e non c’è scritto da nessuna parte che ogni tappa debba essere coerente con quella precedente. In ogni esperienza che ho fatto, però, ci ho messo sempre i miei valori ed il mio cuore. E vorrei che almeno questo fosse arrivato alla gente.

Nel tuo presente lavorativo c’è la moda e la musica. Parliamo della moda. Di recente ti abbiamo visto in una campagna pubblicitaria di un noto brand con JLO. Ci racconti com’è andata? E soprattutto qualche aneddoto del set con JLO? 

L’esperienza con JLO oltre che emozionante è stata affascinante: in due e tre giorni con lei in California ho potuto vedere come una professionista del genere possa interpretare con un abito dieci rappresentazioni diverse! Chapeau! Più che un aneddoto posso dire questo: la decisione di scegliermi non è stata solo del brand ma anche di Jennifer Lopez.

Sei nel mondo della moda per lavoro, ma segui le tendenze? Come scegli il tuo outfit quotidiano?

Oggi vesto molto Guess che, al di là delle mie campagne pubblicitarie, è un brand nel quale mi identifico particolarmente.

Passiamo alla musica. Con Tale e Quale Show si è scoperto il tuo talento musicale. Quando hai capito che avevi una bella voce e che la musica poteva essere non solo una passione?

Fin da quando ero piccolo ho avuto come un innamoramento per il canto tanto che le persone intorno a me mi chiedevano spesso di cantare. E’ sempre stata, in realtà, una passione che non ho mai condiviso per timidezza forse. Qualcosa dentro di me è cambiato però partecipando proprio a ‘Tale e Quale Show’ dove ho avuto complimenti ed applausi che non mi aspettavo e che mi hanno dato quell’input che era già dentro di me ma che non osavo “ascoltare”. Prima di chiedere agli altri di darmi una chance in questo mondo musicale, la chiedo a me stesso!!

A tal proposito il 17 luglio hai rilasciato “Siamo già domani”, il tuo primo singolo. Perché hai scelto questo titolo? Qual è il messaggio della canzone?

La canzone è nata ascoltando, prima di tutto, il mio io più profondo. L’idea del brano nasce in uno dei momenti più critici della nostra vita, quello dell’emergenza pandemica che ha scombussolato la nostra routine quotidiana. Con Luca Mele e Alessandro Grasso, che assieme a me hanno curato il brano, volevamo scrivere qualcosa in cui qualcun altro potesse riconoscersi. Il brano affronta anche temi profondi: si parla del concetto di ‘stranieri’, delle ombre del pregiudizio, di riscoprire il senso di comunity perché, come ha insegnato anche questa situazione, l’unione fa la forza.

Cosa manca ancora nel tuo già domani?

Ho 32 anni ed ho avuto già tantissimo dalla vita. Non so cosa mi riserverà il destino, ma qualunque cosa avrò davanti ne saprò cogliere il buono tramutandola in un’occasione di crescita.

Hai provato un po’ di tutto del mondo dello spettacolo. Non credi che il pubblico possa non più prenderti sul serio?

A me piacciono gli artisti poliedrici, quelli che non hanno mai avuto paura di ripartire da zero affrontando esperienze talvolta inedite. In Italia, al contrario, queste metamorfosi non vengono particolarmente apprezzate e chi cambia palcoscenico artistico viene sempre visto con un pizzico di sospetto. Nel mio caso, il fatto d’incidere un brano è stata solo un’intima esigenza personale che ho avvertito come una folgorazione dopo aver semplicemente ascoltato me stesso. Se poi a qualcuno il brano non dovesse piacere, pazienza. Resterà comunque l’orgoglio di aver creduto in un progetto autentico, un progetto che, forse per la prima volta, finalmente parla davvero di me.

Cosa c’è in agenda per i prossimi mesi?

Innanzitutto il videoclip del brano che girerò nei prossimi giorni in un posto bellissimo del nostro belpaese e poi voglio concentrarmi sulla musica. Già da mesi trascorro ore e ore in studio di registrazione; non pensavo ci potesse essere una passione che ti prende naturalmente e completamente! Ora lo so: è la musica!



Sandy Sciuto