In viaggio con Social up, alla scoperta di Soave

Lo dice un suono, Soave, per l’appunto. È la musica della Storia e della Natura che qui risuonano: signore e signori, benvenuti a Soave, borgo bandiera arancione del Touring Club Italiano, nonché “Il Borgo più bello d’Italia 2022”, situato in provincia di Verona, in Veneto.

Wikipedia

Insignito di recente di questo meritatissimo riconoscimento, Soave è un luogo abbracciato dalle colline a vigneti, dalle quali proviene un ottimo vino, che pare avere le stesse note emozionanti del territorio che lo genera.

Vino Soave, dunque, ma il paese è famoso, inoltre, per la maglia viaria del suo nucleo storico, che ricalca l’impianto del pagus romano sulla Via Postumia, rispettato dall’intervento scaligero di costruzione delle mura turrite, datate al 1375.

Quali sono le 4 cose da non perdere assolutamente in questo gioiello del Nord Italia?

VIE

L’asse che forma il piccolo borgo è formato dalle Vie Roma e Camuzzoni. Quest’ultima era il cardo, poi divenuto asse dell’abitato medievale.

Veneto da Vivere

LA PARROCCHIALE

Uno dei monumenti simbolo del territorio è senza dubbio costituito dalla Parrocchiale, una splendida chiesa dedicata a San Lorenzo ed edificata nel 1303. Ancora oggi è impreziosita dai dipinti cinquecenteschi degli artisti Paolo Farinati, Francesco Morone e tanti altri.

PALAZZI

Su Piazza Antenna spiccano il Palazzo Cavalli, un edificio del 1411 in stile gotico-veneziano e con ancora tracce di affreschi sulla facciata, e il palazzo di Giustizia, realizzato nel 1375 e ancora perfettamente ed interamente porticato. La già citata in precedenza Via Camuzzoni, invece, è la strada dei palazzi nobiliari: tra essi, risplende per le sue forme il Palazzo scaligero, attualmente sede del Municipio.

Outdoractive

CASTELLO

Il capolavoro architettonico del borgo di Soave, un’eccellenza che ha sicuramente contribuito al meritato attuale riconoscimento di bellezza e qualità, oltre alla bandiera arancione del Touring che significa pulizia ed accoglienza, è senz’alcun dubbio il suo Castello, realizzato nel X secolo e così denominato perché fu rifatto da Scaligeri e veneziani. Tre cortili cinti da mura circondano il mastio, affiancato dalla casa d’abitazione dei signori nella quale si visitano la sala del Corpo di Guardia, con armi e corazze e, al primo piano, gli appartamenti, mentre nella camera da letto s’ammira una Crocifissione dei secoli XIII-XIV. Ripaga grandiosamente il panorama che s’ammira dal mastio!

agriturismo.life

Venite a scoprire Soave, facilmente raggiungibile con ogni mezzo, essendo collocata a pochi chilometri dal capoluogo di provincia Verona, altra meta imperdibile.

Bandiere Arancioni

Venite a vedere Soave: con dolcezza, come l’incontaminata atmosfera che ancora la circonda, suggerendo gli splendori di un tempo che non se n’è mai andato…



Christian Liguori