Il tunnel degli orrori di Sensabaugh

redazione

In #Instaworld / redazione / Comments

Tra i tanti luoghi infestati in giro per il mondo, uno dei più inquietanti è il tunnel di Sensabaugh, teatro di omicidi terrificanti, riti satanici ed apparizioni spettrali, eventi descritti da incauti viaggiatori che hanno osato avvicinarsi.

Il tunnel di Sensabaugh, si trova a ridosso della Big Elm Road di Kingsport, (USA) è stato costruito intorno al 1920, oggi viene utilizzato solo da incauti viaggiatori e abitanti del luogo, in quanto non appartiene ad un’importante arteria cittadina ed il sul stato di conservazione è particolarmente degradato. Il passaggio attraverso il tunnel è calato drasticamente da quando al suo interno è avvenuto un efferato omicidio.

Si racconta di altri molti omicidi avvenuti all’interno del tunnel di Sensabaugh il più famoso è quello del figlio della famiglia Sensabaugh: un senzatetto, chiede aiuto alla famiglia Sensabaugh, che lo accolgono in casa offrendogli cibo ed un letto caldo per passare la notte. L’uomo, però, nottetempo cerca di rubare i gioielli della proprietaria, il signor Edward Sensabaugh, svegliato di soprassalto, prende la pistola e la punta contro il senzatetto  che afferra il figlio appena nato dalla culla facendosi scudo e scappa. Il malvivente, al sicure nel tunnel, abbandona il bambino condannandolo a morte e fugge via.

Si narra di altri omicidi brutali commessi su ragazzini e bambini all’interno del tunnel di Sensabaugh e che durante la notte si possano ancora sentire le urla o il rumore di passi, qualcuno racconta di aver sentito il pianto di un bambino, altri di aver visto dallo specchietto retrovisore la figura del signor Edward Sensabaungh.

Molte persone affermano di aver attraversato il tunnel di notte e di aver fermato la macchina all’interno spento il motore e non essere riusciti più ad accedere l’auto fino all’alba. C’è chi afferma di aver visto attraverso lo specchietto retrovisore ombre oscure, altri di aver visto ombre passargli accanto, molti constatano un’improvviso e brusco abbassamento della temperatura.

La cosa più inquietanti è che molti, una volta lasciato il tunnel di Sensabaugh, si sono ritrovati delle impronte di mano di bambini sui vetri appannati.