Sofia Goggia
Da Valseriananews

Il recupero lampo di Sofia Goggia per le finali di Lenzerheide

Il recupero lampo di Sofia Goggia tiene ancora aperti i giochi per la Coppa del Mondo di discesa. Con una sola gara da disputare, l’azzurra comanda ancora la classifica con oltre 70 punti di vantaggio sulle elvetiche Suter e Gut-Behrami, nonostante l’assenza forzata per due gare.

La discesa femminile è prevista per mercoledì 17 marzo alle ore 11. Per conquistare la seconda coppa di specialità, dopo quella del 2018, a Sofia basterà arrivare ottava. In questa stagione su cinque gare ha conquistato quattro successi e un secondo posto, ma ora si trova davanti a un rientro delicato dopo un recupero lampo. Nulla è ancora deciso, ma avere la possibilità di non essere una semplice spettatrice non verrà sicuramente sprecata.

Dopo l’infortunio rimediato il 31 gennaio, frattura del piatto tibiale laterale del ginocchio destro, le speranze di prendere parte alle ultime gare della stagione non erano nulle, ma sicuramente il rientro non era scontato.

Dopo aver sofferto per la mancata partecipazione al Mondiale casalingo, dove era una delle grandi favorite per conquistare almeno una medaglia, Sofia Goggia ha iniziato subito a prepararsi per il rientro, con l’obiettivo delle finali di Lenzerheide. Passo dopo passo, giorno dopo giorno, l’annuncio definitivo è arrivato il 13 marzo tramite un lungo post su Instagram.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sofia Goggia (@iamsofiagoggia)

L’azzurra ha spiegato come le possibilità di rientrare in pista si siano concretizzate solamente attorno all’inizio di marzo.

Le prove della discesa previste per il 15 e 16 marzo scioglieranno ogni dubbio sull’avvenuto recupero della sciatrice azzurra e sulle sue reali condizioni fisiche.

Le classifiche prima delle finali

In realtà, sia in campo femminile che in quello maschile, le gerarchie sono tutt’altro che stabilite. Pinturault e Odermatt sono distanti solo 31 punti e il transalpino sembra essere in difficoltà da qualche gara. Per il terzo gradino del podio Meillard e Schwarz sono in vantaggio su Mayer per oltre 54 punti, ma i giochi sono ancora aperti. Le coppe di specialità sono ancora tutte da assegnare, con il solo Swchwarz che ha già conquistato quella dedicata allo slalom speciale.

Vlhova guida la classifica generale femminile con quasi cento punti di vantaggio sulla svizzera Gut-Behrami. Le due coppe di specialità già assegnate sono quella di Super G, vinta da Lara Gut e quella di Slalom Gigante conquistata dall’italiana Marta Bassino. Molto incerta è la classifica dedicata allo slalom dove il vantaggio di Vlhova sull’austriaca Liensberger è minimo, senza dimenticare l’americana Shiffrin.

Le previsioni del tempo prevedono nevicate per tutti i giorni da qui alle gare, ma verso il fine settimane le condizioni dovrebbero migliorare.



Tommaso Pirovano