Il colosso Disney atterra nel mondo dello streaming

A farla da padrona fino allo scorso mese erano Netflix e Amazon Prime, seguiti da altri servizi di streaming on demand. Anche Apple ha lanciato la sua piattaforma, annunciando di voler produrre serie e film propri. Ma la notizia non ha fatto tanto scalpore quanto l’arrivo di Disney+ sugli schermi di milioni di americani, canadesi e per l’Europa, i fortunati olandesi.

Un primo sguardo al catalogo e i competitor impallidiscono: i classici Disney, tutti i film e i corti Pixar, gli universi fantastici di Marvel e Star Wars, ma National Geographic e la serie animata cult de I Simpsons. Per non parlare delle serie animate e non, tratte da Disney Channel: si arriva a 5000 episodi. Al lancio in America, la serie di punta è stata The Mandalorian, spin off della saga di Star Wars (di cui uscirà l’ultimo capitolo tra pochi giorni), che ha introdotto il personaggio di Baby Yoda, il quale ha sciolto i cuori anche dei fan più adulti.

Contenuto è invece il prezzo dell’abbonamento: 6.99$ al mese per quattro schermi contemporaneamente e fino a 10 dispositivi collegabili. Non si conosce ancora il prezzo di lancio in euro ma potrebbe avvicinarsi al piano base di Netflix (ma con più schermi). Qualunque sia il prezzo, il lancio di Disney+ ha portato turbolenza nel mercato dello streaming on demand, portando Netflix alla ricerca di nuove strategie per competere sia con Disney sia con Prime e Apple. Se i costi dei due nuovi servizi sono più bassi rispetto a Netflix, il colosso americano ha della sua delle produzioni di ottima qualità. Il nuovo film di Scorsese, sceneggiatori di successo come David Benioff & D.B. Weiss ma anche Shonda Rhimes. Insomma, la N rossa va all’attacco assoldando il meglio sul mercato cinematografico e ripensando anche alle proprie strategie. Ci sarà forse un addio al binge watching, allo scopo di fidelizzare i clienti lasciandoli sulle spine una settimana in attesa del nuovo episodio.

Per ora sono solo speculazioni, mentre per le cifre reali dovremo aspettare il lancio internazionale. In Italia, Disney+ arriverà il 31 marzo 2020, dunque l’attesa è ancora lunga (almeno ché non abbiate una VPN con cui accedere al catalogo USA) ma la competizione è già aperta. Tra chi si pronuncia fedele ad un servizio, a chi salterà da uno all’altro, magari usufruendo dei free trial, una cosa è chiara: il futuro delle serie TV e dei film passa attraverso lo streaming.