Grace Kelly e la misteriosa nomina a sacerdotessa del sole

Grace Kelly, simbolo di eleganza, fascino e icona di stile sarebbe diventata sacerdotessa del sole pochi mesi prima della sua prematura scomparsa. A rivelarlo è stato un documentario, realizzato qualche tempo fa dalla rete televisiva britannica Channel 4 attraverso le ricostruzioni dell’autista di Joseph Di Mambro, fondatore dell’Ordine del Tempio Solare, la setta che portò al suicidio di massa di 74 membri, dal 1994 al 1997, tra Svizzera, Francia e Canada.

Nel 1982 la principessa di Monaco avrebbe partecipato a un rito esoterico con iniziazione per entrare nella cosiddetta setta dei suicidi. In seguito, la stessa Grace avrebbe donato 18 miliardi ai guru del Tempio, ma dal Principato non si sono mai pronunciati sull’argomento. Un avvenimento che sarebbe accaduto nello stesso anno della sua tragica scomparsa, avvenuta il 13 settembre 1982 a causa di un incidente stradale in cui rimase coinvolta anche la figlia minore Stephanie, la quale riuscì miracolosamente a salvarsi. Il matrimonio da favola del 1956 con Ranieri di Monaco era costato a Grace Kelly l’abbandono della scintillante vita di Hollywood. Probabilmente, con l’intenzione di allontanare insoddisfazione e infelicità, la principessa decise di provare il brivido della setta segreta.

 

 

 

L’iniziazione di Grace Kelly ai misteriosi templari, avvenuta durante una sera d’estate del 1982, ha aspetti grotteschi. Secondo l’autista personale del capo della setta Joseph Di Mambro sarebbe avvenuta a Villié-Morgon, regione famosa per il vino Beaujolais, in un priorato poi comprato dai francescani. È vero che i frati hanno ammesso di aver trovato molti degli oggetti descritti dall’autista, come la tavola rotonda con i segni cabalistici, ma ciò non significa che la principessa Grace sia passata in quelle stanze. Tuttavia, il racconto risulta confermato da un’agopunturista, che avrebbe praticato a Grace i primi riti d’iniziazione.

Una storia tutta da provare, ma sulla quale un portavoce di Ranieri, spiega il Sunday Times che più avanti ha ripreso e approfondito la vicenda, si è limitato a un no comment. L’autista, che nel documentario viene chiamato con il falso nome di Monsieur Leroux, ha raccontato che Grace arrivò a Villié-Morgon da Montecarlo, al termine di un estenuante viaggio di quattro ore sulla sua Jaguar, assieme alla cantante Colette Deréal. Nonostante sembrasse impaurita, venne confortata e condotta sul tavolo dell’agopunturista, anche lei rimasta anonima.

Quindi, secondo le procedure della setta, l’esperta di agopuntura le avrebbe conficcato una serie di aghi “nei meridiani noti per il piacere sessuale”. In seguito, intorno alle 7 di sera, con la veste bianca su cui spiccava la croce rossa della setta, Grace fu introdotta nella sala del tempio e adagiata sul grande altare rotondo, caratterizzato dai simboli cabalistici e dai ritratti dei dodici apostoli. Di Mambro delegò il suo vice, Luc Jouret, al rito: l’uomo appoggiò la sua fronte a quella della principessa e pronunciò misteriose parole in latino e in greco, mentre una possente musica wagneriana cresceva di volume. Secondo la testimonianza, fu poi chiesto alle altissime entità se Grace dovesse diventare grande sacerdotessa dell’Ordine. La risposta fu ovviamente positiva e la farsa si concluse. Così Grace lasciò il priorato all’una di notte, risalì sulla Jaguar e fece ritorno a Monaco.

 

[curiosando708090.altervista.org]

Come sostenuto dall’autista, dopo aver ricevuto i primi 18 miliardi Di Mambro chiese un contributo addizionale di altri 30 miliardi ricevendo un secco rifiuto da parte di Grace, la quale minacciò di procedere con una pubblica denuncia. Insomma, lo scandalo sarebbe potuto scoppiare già allora se un fatto tanto imprevedibile quanto drammatico non ne avesse segnato irrimediabilmente il finale: il 13 settembre dello stesso anno, poche settimane dopo l’iniziazione, Grace rimase vittima di un terribile incidente a bordo della sua Rover 3500 V8 S sulla strada D 37 in direzione di La Turbie-Cap-d’Ail. Eppure, David Carr-Brown e David Cohen, autori del documentario-inchiesta, sono convinti che Grace entrò davvero nella setta per vincere la depressione.



Giuseppe Forte