Gli sportivi italiani dormono poco e male: ecco la ricerca di Dorelan sull’importanza del sonno

Secondo una ricerca condotta da Dorelan, azienda leader nella produzione e vendita di materassi e cuscini, dormono fino a 2 ore in meno delle raccomandazioni e di questi 2 sportivi su 10 non sanno quando sostituire il proprio materasso.

Dallo Sleep & Performance 2022, convegno organizzato da Dorelan che ha visto le testimonianze di Antonio Rossi, Giorgio Rocca, Lorenzo Bernardi, Fabio Vedana e Alvise Rigo e nato per approfondire la conoscenza sul ruolo fondamentale giocato dal sonno nelle performance sportiva e nella metodologia di allenamento emerge che soprattutto dagli sportivi, il sonno svolge un ruolo fondamentale per raggiungere risultati nello sport al pari dell’allenamento. È proprio mentre dormiamo, infatti, che avviene il recupero delle energie spese durante la giornata e durante l’allenamento. Inoltre, un sonno di qualità è un elemento chiave perché è proprio di notte che viene rilasciato l’ormone della crescita, la cui produzione comincia a decrescere dopo i 30 anni, ma che il corpo crea comunque per tutto l’arco della vita. 

Anche nelle persone adulte, infatti, il sonno riveste funzioni importantissime come quella di accrescere il volume dei muscoli e bruciare i grassi, perciò in particolare dopo uno sforzo fisico importante come quello di un allenamento agonistico, serviranno molte ore di sonno per recuperare energia. Le ore necessarie saranno direttamente proporzionali allo sforzo: più è intenso più ne serviranno.

Lo stesso CIO (Comitato Olimpico Internazionale) ha sottolineato l’importanza di un sonno di qualità per gli atleti, soprattutto adolescenti, al fine di promuovere il loro sviluppo, la loro salute e per migliorarne i processi di recupero.

Eppure, molteplici ricerche dimostrano che gli atleti dormono in media un numero di ore inferiore rispetto al resto della popolazione e che anche la qualità del loro riposo non è delle migliori. Secondo la National Sleep Foundation gli atleti di alto livello dovrebbero dormire tra le 8 e le 10 ore nell’arco della giornata. Valore che però non viene raggiunto perché chi pratica sport dorme in media tra le 6,5 e le 6,8 ore. 

Dati negativi che trovano conferma anche in una recente ricerca su sonno e sport condotta da Dorelan su un campione di 600 sportivi che praticano ciclismo, corsa, sci, nuoto, kayak, canottaggio e triathlon, dalla quale emerge che gli sportivi intervistati dormono in media 7.1 ore.

Inoltre, 2 sportivi su 10 non sanno dopo quanto tempo è necessario sostituire il proprio materasso e 6 sportivi su 10 hanno una percezione scorretta riguardo al suo corretto ciclo di vita. Al riguardo, per avere sempre un materasso che offra corretto ed adeguato ristoro, gli esperti suggeriscono di cambiarlo una volta ogni 8 anni.

Un buon sonno è fondamentale per ricaricare le energie spese durante l’attività sportiva e per prepararsi per il giorno successivo – ha dichiarato il Campione Olimpico di canoa Antonio Rossi. Al pari di una dieta sana ed equilibrata, il riposo è da considerare un vero e proprio allenamento passivo che non deve essere sottovalutato da chi pratica sport.

La qualità del sonno incide tantissimo sulle performance atletiche – gli fa eco il vincitore della Coppa del Mondo di Slalom Giorgio Rocca, oggi alla guida della Giorgio Rocca Ski Academy, scuola di sci ed eventi –. Il materasso va scelto con molta attenzione ed è giusto considerarlo uno strumento tecnico, specialmente per uno sportivo che deve includere il riposo come parte del proprio allenamento. Una buona qualità del sonno vuole dire una buona performance in gara”.

Il benessere del nostro corpo ed il miglioramento delle performance sportive sono strettamente legate anche ad una corretta alimentazione e idratazione: una giusta alimentazione favorisce il riposo così come un riposo adeguato ottimizza i benefici che vengono da una dieta sana ed equilibrata. I motivi sono evidenti: se si pensa che l’organismo sfrutta i periodi di riposo per svolgere una serie di attività essenziali per la salute del fisico e della mente. Non solo, ricostituisce le scorte energetiche, ed attraverso attività anaboliche va a riparare e ricostituire i tessuti stressati dall’attività svolta durante la giornata.

Negli ultimi anni Dorelan ha concentrato i propri sforzi nella creazione di una linea di materassi e cuscini dedicata a chi pratica sport e conduce uno stile di vita sano ed attivo. Si chiama Dorelan ReActive, prodotto altamente tecnologico ed innovativo frutto della ricerca di Dorelan ReSearch, che ha immediatamente conquistato la clientela rendendo il progetto il fiore all’occhiello dell’azienda fondata a Forlì.



Valentina Brini