circa 1933: Hollywood cosmetics expert Max Factor (1904 - 1996) takes precise measurements of a young woman's head and face with a contraption like an instrument of torture. (Photo by General Photographic Agency/Getty Images)

Gli inquietanti strumenti di bellezza del primo ‘900

La prima prova storica della cosmesi risale all’Antico Egitto intorno al 5000 AC. Piombo e olio erano composti per creare delle creme e sostanze profumate venivano usate per truccare gli occhi. Ancor prima disegni rupestri sono stati ritrovati dove figure umane avevano viso e corpo dipinti. Con le prime civiltà la cosmesi si sviluppa fortemente nella parte orientale del Mediterraneo.

Semiramide, bellissima regina dell’Assiria, faceva il bagno nella birra per rendere fresca ed elastica la sua pelle. Le donne della magna grecia usavano fare al mattino un bagno alla lavanda, per poi dedicarsi ad una vera e propria cosmesi del corpo, il quale veniva poi massaggiato con oli e unguenti profumati. Nell’antica Roma venivano creati dei nei artificiali per bellezza e venivano create delle creme depilatorie.

Successivamente, dopo la caduta dell’impero Romano, fu Marco Polo a portare dai suoi viaggi nuovi prodotti e tendenze dal mondo, nel mediterraneo e con l’avanzare delle scoperte scientifiche iniziarono ad essere scritti dei veri trattati di cosmesi.

Oggi è possibile di tutto attraverso la chirurgia estetica e abbiamo creme e soluzioni di tutti i tipi, ma nei primi del ‘900 venivano usati dei metodi che a noi farebbero paura, eccovi una piccola rappresentazione.. voi fareste questi sani trattamenti?

Permanente per capelli Germania 1929

Phon 1920

Trattamento per cancellare le lentiggini

Maschere calda per viso e testa 1940

Protezione dal sole 1940

Maschere di “bellezza” contro rughe e imperfezioni 1940

Trattamento di bellezza

Permanente

Dispositivo che serviva a creare le fossette sulle guance, utilizzato di notte. Il primo fu prodotto nel 1936

Maschera di ghiaccio Max Factor

Macchine per avere un colore roseo



redazione