Giornate Fai di Primavera: 24 e 25 marzo, anche Catania apre le porte ai propri tesori

Anche quest’anno il 24 e il 25 marzo si da il via alla nuova edizione delle Giornate Fai di Primavera, la ventiseiesima. Si tratta di una festa di piazza ormai irrinunciabile, che vede l’apertura di moltissimi siti artistico culturali in tutta Italia, oltre 1000, dai più noti ai meno conosciuti, molti dei quali sono visibili solo durante questa manifestazione, in 400 località di Italia.

Le giornate sono aperte a tutti, ma un trattamento di favore viene riservato agli iscritti Fai e a chi si iscrive durante l’evento delle Giornate di Primavera.

Grazie all’impegno di oltre 7.500 volontari e 40.000 Apprendisti Ciceroni (che raccontano al pubblico i singoli monumenti), la manifestazione cresce ogni anno di importanza ed è diventata un appuntamento annuale importante per scoprire tesori nascosti di arte e natura in tutta Italia, a testimonianza di come sia vasto e inesauribile il nostro patrimonio artistico e culturale. Per quanto riguarda Catania, si segnala innanzitutto il percorso Andare per chiostri, promosso dal Delegato Prof. Ing. Eugenio Magnano di San Lio, che porta i visitatori a riscoprire la bellezza e la magia dei chiostri catanesi: dal Chiostro e Convento di S.Placido (oggi Palazzo della Cultura), al Chiostro e Convento di S.Caterina (Archivio di stato di Catania), entrambi in Via Vittorio Emanuele; fino al Chiostro e Palazzo dei Minoriti (Prefettura e Avvocatura della Città Metropolitana di Catania), in cui sono conservati lo splendido dipinto di Sciuti nel salone di rappresentanza della Prefettura e interessanti stampe nel corridoio dell’Avvocatura.

Senza dimenticare comunque di visitare l’imponente Chiesa di San Michele aperta grazie a Monsignor Nino Verde, solo negli orari fuori dalle messe, in Via Etnea. Tra gli eventi speciali, relativi ai Chiostri, le Conferenze su “Storia e architettura dei chiostri cittadini” relatore prof. Eugenio Magnano di San Lio, che si terranno Sabato 24, ore 17:30 e Domenica 25, ore 11:00.  Oltre al percorso dei Chiostri saranno aperti anche: il Convitto Cutelli, con il suo cortile circolare del Vaccarini e la bellissima Aula Magna interamente affrescata; il Cinema Odeon, gioiello in stile Decò, la cui storia sarà raccontata dalla Delegata Fai Teresa di Blasi nell’incontro “La storia dell’Arte cinematografica e del cinema ODEON, raro esempio di liberty catanese”, che si terrà Sabato 24 e Domenica 25, ore 11:30, il quale anticipa anche la rassegna cinematografica di arte e cinema  “Cinema a regola d’arte” che inizierà dal 28 marzo al cinema Odeon, in collaborazione col Fai (qui l’articolo di Social up Magazine); Porta Garibaldi e soprattutto la “Casa degli esercizi spirituali della Compagnia di Gesù”, attuale Istituto di incremento ippico per la Sicilia, un sito difficilmente visitabile in altre occasioni, aperto all’occorrenza esclusivamente agli iscritti al Fai o a coloro che vogliono iscriversi all’associazione durante le Giornate di Primavera. Infine ad Acireale, grazie al Gruppo FAI di Acireale guidato dall’Architetto Loredana Grasso saranno visitabili anche il Centro di Ricerca Olivicoltura e Agrumicoltura e la Chiesa del SS.Salvatore.



Francesco Bellia