Il 18 maggio è la Giornata Internazionale dei Musei: parola chiave iperconnessi

Lucrezia Vardanega

In ARTE / Lucrezia Vardanega / Comments

”Hyperconnected museums: new approaches, new publics”: è questo il tema scelto quest’anno per la Giornata Internazionale dei Musei, organizzata da ICOM – International Council of Museums.

ICOM è l’organizzazione internazionale dei musei e dei professionisti museali che lavora per preservare, assicurare continuità e comunicare il valore del patrimonio culturale e naturale in tutto il mondo.

ICOM è associato all’UNESCO e gode dello status di organismo consultivo presso il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC); inoltre per raggiungere i suoi obiettivi collabora con partner istituzionali quali ICCROM, INTERPOL, World Customs Organisation e World Intellectual Property Organisation.

La comunità mondiale dei musei celebrerà la Giornata internazionale dei musei sempre intorno alla metà di maggio, in ricordo dell’anniversario della sua istituzione nel lontano 17 maggio 1947. Dal 1977 ICOM organizza la Giornata Internazionale dei Musei (International Museum Day – IMD), con l’obiettivo di creare un evento annuale per “unificare le aspirazioni creative e gli sforzi dei musei e attirare l’attenzione del pubblico sulle loro attività”.

Il 2018 ha come tema la nuova tendenza dei “musei iperconnessi”; l’utilizzo della tecnologia ”iperconnessa” da parte dei musei è un modo per coinvolgere un pubblico sempre più ampio, con un’attenzione particolare al linguaggio social dei giovani e giovanissimi, il vero futuro della nostra società. La digitalizzazione delle opere d’arte, l’aggiunta di elementi multimediali a una mostra, un hashtag per condividere l’ esperienza di visita sui social network, percorsi interattivi con l’utilizzo della realtà aumentata, un’app del museo per rendere più smart la visita… Cos’altro ci riserverà il futuro?

Tendiamo a dimenticare che alcune delle più potenti “iperconnessioni” non si celano dietro ad uno schermo: i musei sono prima di tutto una parte integrante delle comunità locali, un luogo di identificazione culturale, motivo per cui negli ultimi anni sono nati molti progetti museali comuni, frutto della collaborazione di minoranze, popolazioni indigene e istituzioni locali.

ICOM in questa occasione lancia un invito alle istituzioni culturali a venire in contatto con le loro comunità, provando a mettere insieme le vibrazioni di stimoli così diversi per far nascere nuove connessioni, prima di tutto, umane.

Nel 2017 la Giornata internazionale dei Musei ha registrato una partecipazione record, più di 36mila musei hanno aderito a questa iniziativa,  ospitando eventi in più di 157 Paesi.

E il 2018 si preannuncia già un nuovo record… Stay tuned!